Home News Bimba di 3 anni uccisa a coltellate dalla babysitter: “Ha rotto il...

Bimba di 3 anni uccisa a coltellate dalla babysitter: “Ha rotto il lettore dvd”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:33
CONDIVIDI

Tamara Kazantseva, babysitter 34enne, ha accoltellato e ucciso una bimba di soli 3 anni: “Volevo punirla perché ha rotto il mio lettore dvd”. 

Ha brutalmente ucciso una bambina di 3 anni, pugnalandola 10 volte con un grosso coltello da cucina. Un infanticidio di una violenza immane e tanto più agghiacciante in quanto a compierlo è stata la babysitter che avrebbe dovuto prendersi cura di lei. La sua furia omicida si è scatenata dopo che la piccola, lasciata da sola, avrebbe rotto il suo lettore dvd.

Leggi anche –> Babysitter abusa di un bimbo di 11 anni e resta incinta 

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La folle “punizione” della babysitter

L’orribile delitto risale allo scorso novembre. Tamara Kazantseva, 34 anni, ha confessato subito ed è stata arrestata. Solo in questi giorni, però, è arrivata la condanna dal tribunale: 20 anni di carcere per la brutale uccisione della piccola Zlata, avvenuta nella cittadina Vesovaya, nel centro del Kazakistan.

Secondo quanto riferito dalla Polizia, i genitori della bambina avevano chiesto alla babysitter di badare a lei solo per poche ore. Non appena sono usciti di casa, tuttavia, Kazantseva ha lasciato la bimba da sola in soggiorno ed è andata in cucina con il suo ragazzo a sbronzarsi con la vodka. Poi i due, ubriachi, sono andati a dormire, ma poco dopo sono stati svegliati dalle urla disperate della piccola. La babysitter si è precipitata nella stanza e ha scoperto che il suo lettore dvd, tirato giù dal mobile della televisione, era visibilmente danneggiato.

A quel punto, fuori di sé, la babysitter è corsa in cucina, ha afferrato un grosso coltello e ha scaricato tutta la sua folle rabbia contro la bambina. “L’ho fatto per punirla”, ha poi confessato apertamente. E’ stato il suo fidanzato, testimone oculare della mattanza, a chiamare un’ambulanza nel disperato tentativo di salvarla. Ma ormai era troppo tardi: quando i soccoritori sono arrivati la piccola giaceva immobile, priva di vita, in mezzo a un lago di sangue.

EDS