Coronavirus, bloccati voli per la Cina: precauzioni per i viaggi

Il virus della Cina fa sempre più paura: cancellati voli per la Cina di diverse compagnie. Precauzioni per i viaggi

Allarme coronavirus in Cina (NICOLAS ASFOURI/AFP via Getty Images)

Cresce la paura per il Coronavirus in Europa e in Italia. E la Cina diventa sempre più isolata: niente viaggi e blocco dei voli. Si monitora ogni caso sospetto di febbre e influenza e si guarda con preoccupazione ai dati che rivelano un continuo diffondersi del virus in Cina e in diversi Paesi. Sembra ormai chiaro che l’unico antidoto al momento disponibile è quello di isolare i focolai di infezione, ovvero evitare le possibilità di contagio.

Per questo in Cina dopo aver annullato i festeggiamenti per il Capodanno Cinese, molti negozi hanno deciso di chiudere: Ikea ha chiuso metà dei suoi punti vendita nel Paese e mandato a casa (con stipendio intatto) i suoi dipendenti per circa un mese; lo stesso ha fatto Starbucks. E diventano più numerose di ora in ora le compagnie aeree che hanno deciso di sospendere i voli da e per la Cina.

Sconsigliati viaggi in Cina: i rischi per il Coronavirus

Il temibile nCov-2019 è un virus che si è diffuso dapprima in un mercato del pesce della città di Wuhan e poi ha rapidamente contagiato migliaia di persone causando la morte di circa un centinaio. I dati sono in continua evoluzione e c’è chi sostiene che il Governo Cinese non sia a conoscenza o non dia conto di tutti i casi. In ogni caso per contenere la diffusione del virus la città di Wuhan è stata isolata: sospesi treni, aerei e mezzi pubblici. Stessi provvedimenti sono stati poi assunti anche da altre città della stessa regione quella di Hubei.

Muoversi in quell’aerea oltre ad essere molto pericoloso per la salute può risultare anche pressoché impossibile viste le limitazioni alla circolazione. Ma in tutta la Cina si rischia di andare incontro a problemi: molte attrazioni sono state chiuse, ci possono essere problemi nei collegamenti, alcuni uffici pubblici sono chiusi. Anche alcuni negozi come Ikea e Starbucks hanno chiuso. Inoltre moltissime compagnie aeree hanno interroroto i voli da e per la Cina.

Sul sito della Farnesina, Viaggiareisicuri, si fa esplicito divieto ai viaggiatori di recarsi nella regione di Hubei, dove si trova la città di Wuhan e di posticipare tutti i viaggi in Cina.

Compagnie aeree che hanno cancellato voli per la Cina

Isolare il virus ed evitare potenziali diffusioni. E’ questa l’unica precauzione al momento possibile in attesa che i ricercatori trovino un vaccino per il Coronavirus. Per abbassare i rischi del contagio moltissime compagnie aeree hanno deciso di sospendere tutti i voli da e per la Cina. Hanno finora cancellato i voli verso alcune destinazioni le seguenti compagnie aeree.

  • British Airways: voli sospesi per Pechino e Shangai
  • Iberia: Shangai
  • Lufthansa: Pechino e Shangai
  • Swiss: Pechino e Shangai
  • Austrian Airlines: Pechino e Shangai
  • American Airlines: Pechino e Shangai
  • United Airlines: Pechino, Shangai e Hong Kong
  • Air Canada: Pechino e Shangai
  • Hongkong Airlines: Pechino, Shangai, Nanchino. Guyang, Haikoi, Sanya, Chonquing, Chengdung
  • Finnair: Pechino e Nanchino
  • Lion Air : tutta la Cina
  • Air Seoul: Liny e Zhangjiajie
  • Air India: Shangai
  • Indigo: Hong Kong e Chengdu

Precauzioni in aeroporto

La sospensione dei voli limita il rischio di diffusione, ma è comunque possibile che il virus possa diffondersi in Europa e in Italia. Per evitare di essere contaminati oltre ovviamente a non andare in Cina in questo momento è opportuno prendere delle precauzioni specie se si frequentano luoghi affollati e di possibile contaminazione come aeroporti e stazioni ferroviarie:

  • lavarsi frequentemente le mani
  • usare soluzioni disinfettanti
  • Non toccarsi bocca e occhi
  • starnutire in un fazzoletto e poi gettarlo
  • Evitare contatti con persone che mostrano sintomi influenzali
Previous articleFedez: “Mi sono fatto male al naso”, Chiara Ferragni sconvolta – VIDEO
Next articleCoronavirus: parla italiano bloccato a Wuhan – VIDEO
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.