Mamma perde le sue gemelle per un errore: “Quell’ospedale non è sicuro”

Una mamma che ha perso le gemelle che portava in grembo per un errore medico, adesso è la testimone chiave di un’indagine contro il sistema sanitario.

Il caso di Kelly Jones, mamma che nel 2014 ha perso i gemelli che portava in grembo per un errore medico, è diventato il fulcro di un’indagine che potrebbe portare alla luce il peggiore scandalo nella sanità britannica. Giunta alla 36a settimana di gravidanza Kelly ha avvertito un forte dolore e si è recata al pronto soccorso del Shrewsbury and Telford Hospital Trust. La giovane donna, all’epoca 28enne, ha chiesto con insistenza ai medici ed alle ostetriche di darle priorità per un parto cesareo, sentiva che i suoi bambini stavano soffrendo ed erano a rischio.

Leggi anche ->Finge la gravidanza e uccide l’amica per rubarle la figlia neonata

Ciò nonostante le è stata fatta una radiografia solamente la mattina dopo. Passata qualche altra ora Kelly ha compreso che uno dei due gemelli era morto e lo ha fatto presente all’ostetrica: “Stavo supplicando per uno scan. Ero distesa su un fianco e non sentivo alcun movimento. Conoscevo le routine della mia bimba ed ho detto ad un’ostetrica ‘Sono certa che uno di loro è andato'”. Quando le hanno fatto la radiografia ed i controlli hanno scoperto che entrambi i gemelli erano morti.

Leggi anche ->Scoperta shock a Torino, trovato feto abbandonato in un’aiuola

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Mamma perde i suoi gemelli per un errore medico, adesso è la testimone chiave di un’inchiesta contro il sistema sanitario

Il caso della donna non è stato l’unico dell’ospedale, s’indaga su 45 morti e 51 casi di danni cerebrali sospetti, né dell’intero sistema sanitario Shropshire maternity. Durante le indagini si è scoperto che i casi di malasanità nel reparto maternità della zona sarebbero frutto di un condiviso atteggiamento negligente che andrebbe avanti dagli anni ’70. I casi analizzati dagli inquirenti riguarderebbero addirittura 1400 morti in gravidanza sospette.

Una delle testimoni chiave dell’inchiesta è proprio Kelly, la quale è determinata a fare condannare la struttura per la morte dei suoi gemelli: “Stiamo spingendo per ottenere una condanna per omicidio colposo. Quell’ospedale non è sicuro. Ha distrutto così tante vite e così tante famiglie. Io non sarò mai più la stessa persona, mi sento l’ombra di me stessa. Lei è morta e sepolta insieme alle mie bambine”.