Annamaria Sorrentino, svolta nel caso: marito indagato per omicidio

Svolta nelle indagini sulla morte di Annamaria Sorrentino: la miss non si sarebbe suicidata, come ipotizzato inizialmente. Indagato per omicidio il marito Paolo Foresta.

Annamaria Sorrentino

Svolta importante nell’inchiesta per la morte di Annamaria Sorrentino, la miss sorda morta lo scorso agosto 2019 cadendo dal balcone della casa in cui alloggiava in vacanza in Calabria. Ne dà notizia la redazione di Quarto Grado: mentre inizialmente si era pensato ad un suicidio, orientando le indagini in quella direzione, adesso sarebbe comparso il nome di un presunto omicida. Si tratta di Paolo Foresta, il marito di Annamaria, adesso indagato per omicidio preterintenzionale dalla procura di Vibo. Il 14 gennaio verrà nominato un consulente che si occuperà degli esami (irripetibili) su tutti i cellulari delle persone presenti al momento della tragedia, avvenuta il 16 agosto del 2019.

Potrebbe interessarti anche –> Annamaria Sorrentino, i file segreti nel suo telefonino: lì c’è la verità sulla sua morte

Annamaria Sorrentino, marito indagato per l’omicidio della miss sorda

Annamaria Sorrentino

Annamaria Sorrentino, ex Miss Campania non udente, era partita da Napoli il 14 agosto 2019 insieme al marito Paolo e altre due coppie di amici, anche loro non udenti. Avrebbero dovuto passare tutti insieme le vacanze di Ferragosto a Parghelia, in provincia di Vibo Valentia, ma appena arrivato in casa il gruppo sarebbe esploso in un furioso litigio. I presenti hanno poi assicurato che Annamaria si sarebbe lanciata giù dal balcone perché “nervosa” e provata dalla lita, ma le indagini hanno ora messo in discussione la veridicità del fatto.

CLICCA QUI per leggere tutte le nostre notizie anche tramite il servizio di Google News.

Secondo le testimonianze di Paolo Foresta, adesso indagato per omicidio, e degli altri amici presenti nella casa, la lite sarebbe scoppiata per la relazione nata tra Annamaria e uno degli amici. Sarebbe stata proprio la moglie di quest’ultimo, insieme a Foresta, a sollevare la discussione smascherando la coppia di amanti. Annamaria e l’amante progettavano di lasciare i rispettivi compagni per andare a vivere insieme a Roma. In questa nuova prospettiva, ipotizza il nuovo capo di imputazione, la morte di Annamaria potrebbe essere stata la conseguenza accidentale di una lite molto violenta.