Home Dove, come e quando Data 2020 sui documenti: perché è meglio non scriverlo

Data 2020 sui documenti: perché è meglio non scriverlo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:59
CONDIVIDI

Gira in rete il consiglio di scrivere l’anno 2020 per intero nei documenti e non solo l’abbreviazione 20 per evitare truffe. Ecco cosa c’è di vero

Con l’arrivo del nuovo anno in molti su whatsapp, oltre ai soliti messaggi di auguri, potrebbero aver ricevuto un non richiesto, allarmante consiglio legale: ovvero quello di scrivere quest’anno sempre per intero l’anno 2020 sui documenti.  Preferire quindi 31/1/2020 a 31/1/20 onde evitare che qualcuno manometti la data, trasformando l’anno aggiungendo due cifra. Una giusta indicazione per salvarci dai malfattori o una inutile bufala?

L’indicazione sul perché è opportuno scrivere per interno l’anno sui documenti è per evitare di rendere la vita più facile ai truffatori. Infatti contraffare la data 31/1/20 – per indicare il 31 gennaio 2020 – è piuttosto semplice: basta aggiungere 19, 18 o 17 – o qualsiasi altre due cifre che indichino un anno – dopo 20 et voilà si trasforma la data in 31/1/2019 o 31/1/2018 e così via. Una piccola aggiunta e la truffa è servita

Scrivere l’anno 2020 per intero è giusto?

Il consiglio arrivato su whatsapp e che sta circolando in questi giorni in rete e che rimbalza dagli Stati Uniti all’Europa è sostanzialmente giusto, ma decisamente troppo allarmista. Intanto c’è da specificare che nessun’associazione di legali ha prodotto questo avviso e dietro questa ‘catena di sant’antonio’ di whatsapp non c’è nessuna autorità conosciuta.

Il fatto è che se un truffatore vuole può manomettere senza difficoltà moltissimi documenti e non è certo una data da correggere un problema insormontabile. Le attività illegali con internet e i programmi di editing hanno reso più facile modificare i documenti: si cambiano bilanci, figuratevi una data. Ma mentre i truffatori diventano più bravi, aumentano anche gli strumenti per riconoscere documenti sospetti.

Detto questo scrivere la data per intero anziché abbreviarla  è comunque una precauzione utile, una buona usanza per evitare possibili problemi. Quindi è bene seguire questo consiglio, ma senza troppi allarmismi. Un truffatore se vuole è in grado di fare tutto.

 

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteMassimo Piras, carabiniere eroe si schianta col paracadute: ecco come sta
Articolo successivoLotto SuperEnalotto 10 e Lotto Simbolotto risultati 7 gennaio 2020
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.