Bollo auto 2020: agevolazioni, costo e tutte le novità

Con l’inizio del 2020 è giunto il momento di rinnovare il pagamento del bollo auto: ecco le agevolazioni, il costo e tutte le novità.

Con l’arrivo del nuovo anno gli italiani sanno che entro fine mese o al massimo entro fine febbraio dovranno pagare il bollo auto. In questo 2020 ci sono alcune novità, la principale riguarda il Pagopa. Dal primo gennaio 2020, infatti, sarà possibile pagare il bollo solo tramite il Pagopa, una misura introdotta dal governo per cercare di contrastare l’evasione. I possessori di auto dovranno dunque recarsi in banca, in posta o in soggetti abilitati al pagamento con Identificativo Unico di Versamento. Una volta effettuato il pagamento questo sarà registrato telematicamente e non ci saranno margini di errore.

Leggi anche ->Governo, Manovra 2020: novità per la Partita Iva e incentivi per l’ambiente

Le altre novità riguardano le agevolazioni. I possessori di auto e moto d’interesse storico che hanno tra i 20 ed i 29 anni d’età potranno beneficiare di un 50% di sconto. Soggetti ad esenzione totale per 3 o 5 anni (in base alla Regione) coloro i quali decideranno di acquistare un’auto ibrida o elettrica. Infine è previsto uno sconto del 15% per i residenti in Lombardia che decideranno di pagare con domiciliazione bancaria. Per quanto riguarda le scadenze, invece, tutto è rimasto invariato: il versamento dovrà essere effettuato entro il 31 gennaio se il bollo scadeva a dicembre o entro il 28 febbraio se la scadenza era fissata gennaio.

Leggi anche ->Manovra 2020, confermato il bonus casa: proroga e nuovi bonus

Bollo auto 2020, come calcolarlo

Per calcolare il prezzo dovuto per il bollo auto dovete tenere presente due variabili: i kilowatt dell’auto e la classe ambientale. Se l’auto è Euro 0, pagherete dai 3 euro a kilowatt o 4,5 euro a kilowatt se supera i 100. Per le Euro 1 dai 2,90 ai 4,35, per le Euro 2 dai 2,80 ai 4,20, per le Euro 3 dai 2,70 ai 4,05, mentre per tutte le altre classi di va dai 2,58 euro ai 3,87 per kilowatt.

Qualora non abbiate in possesso tali informazioni esistono dei modi alternativi per calcolare il costo esatto del bollo. Uno di questi è andare sul sito dell’Agenzia delle Entrate. In questo infatti esiste un’apposita categoria nella quale è possibile sapere il dovuto inserendo solamente il numero di targa del veicolo. Lo stesso procedimento può essere fatto sul sito dell’Aci, nel quale è possibile specificare anche la Regione d’appartenenza e se l’auto possiede più immatricolazioni.

Fabio Scapellato