Home Curiosità Lavorare viaggiando: le donne sono i nuovi marinai

Lavorare viaggiando: le donne sono i nuovi marinai

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:34
CONDIVIDI

Il mondo della nautica diventa rosa: il marinaio è ormai una professione anche da donna.

Nave da Crociera a Dubrovnik (iStock)

Chi pensa che fare il marinaio, o comunque lavorare in barca, sia un lavoro da uomo si deve ricredere. Sailogy, la piattaforma on-line di noleggio barche con o senza Skipper, ha infatti analizzato questo settore e ha notato come le donne siano un settore lavorativo in crescita in questo ambito. Soprattutto il mondo della Marina ha tantissime unità professionali per le donne. Insomma un settore in crescita netta.

Sempre più donne nella Marina

Oggi in termini di parità femminile, l’Italia vede il 42% delle donne rappresentare il 42% degli occupati nei campi un tempo solo maschili. Le quote rosa nel mondo della Marina e della nautica stanno crescendo sempre più e questo settore sta aprendo le porte a moltissime nuove figure lavorative femminili. Ad esempio la Sail Hunter è una figura fondamentale nella società che si occupano di noleggio on-line di barche. È una professione completamente nuova, perfetta anche per le donne. Questi professionisti infatti valutano le funzionalità di ogni charter,  raccolgono consigli, informazioni, destinazioni e amano viaggiare perché sono spesso chiamata girare per il mondo per scoprire le destinazioni più interessanti.

Anche lo skipper, colui che durante la navigazione si occupa di controllare la barca, è una figura spesso associata al mondo maschile, ma in realtà non è così. Sono sempre di più le donne che si cimentano in questo mestiere. Stesso discorso per gli armatori o i charter manager che nonostante queste professioni siano state prevalentemente maschili fino a poco tempo fa, a oggi invece sono sempre più le donne che gestiscono i rapporti con gli altri membri della nave, instaurano rapporti con agenzie, Skipper clienti, fornitori. Tante quindi le donne che sono diventate proprio dei leader in questo settore. Ecco allora che il mondo della nautica apre le sue porte al alle quote rosa ed è pronto a salpare con sempre più donne a bordo che ricoprono ruoli lavorativi importanti