Home News Chi è Thomas Knott: storia e vita privata dell’uomo vicino a Chico...

Chi è Thomas Knott: storia e vita privata dell’uomo vicino a Chico Forti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:25
CONDIVIDI

Conosciamo meglio la storia di Thomas Knott: ecco tutte le curiosità sull’uomo legato al caso di Dale Pike e Chico Forti. Perché non è stato indagato?

Thomas Knott

 

Thomas Knott nasce in Germania, a Norimberga, il 25 febbraio 1966. La sua famiglia lavora nella città tedesca visto che il padre era titolare di una società di taxi, mentre la madre era casalinga. Dopo le scuole superiori, iniziare a  frequentare un corso di specializzazione per venditori al dettagli. Dopo due anni inizia a lavorare in una scuola di tennis e si dedica a quest’attività per un paio di anni.  Successivamente lascia la Germania dopo esser stato arrestato e accusato di una frode per milioni di dollari. Dopo il carcere e il rilascio, vola negli Stati Uniti. Abita così in un quartier esclusivo di Miami, dove vivono persone benestanti  diventando così vicino di casa di Chico Forti. L’ex detective, Sean Crowley, che ha lavorato come consulente di parte al caso ha svelato: “La cosa più importante che ho scoperto è il fatto che c’era un altro sospettato là fuori, che ai miei occhi di ex capitano di una squadra omicidi a New York corrispondeva a un potenziale assassino. Lui aveva il movente, aveva un obiettivo e non è stato considerato: Thomas Knott”. Sì, proprio lui è il legame tra Chico Forti e il padre di Dale. Successivamente l’uomo sarà poi condannato per una truffa ai danni di Tony Pike visto che gli aveva rubato decine di migliaia di dollari: in Florida verrà condannato a 3 anni di carcere e 5 di libertà vigilata.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Chi è Thomas Knott: tutte le curiosità

L’attuale avvocato di Chico Forti, Joe Tacopina, ha ricordato: “Knott aveva defraudato Tony Pike. Quando Dale l’ha scoperto è venuto in America per affrontare la situazione”. E ci sarebbe anche il testimone, Antonio Fernandez, il manager del “Pikes Hotel” di Ibiza, che avrebbe dichiarato prima del processo all’avvocato di Chico che Dale aveva litigato al telefono con Thomas Knott per questioni di denaro. Lo stesso Thomas, però, aveva svelato agli inquirenti durante le sue deposizioni: “Mentre uccidevano Dale io mi trovavo a casa mia. Avevo organizzato una cena e diverse persone avevano partecipato. Posso dirle che per tutto il giorno non mi mossi dal mio appartamento a Williams Island. Ricevetti molte telefonate. Fuori pioveva e decisi di rimanere a casa durante tutto il giorno. Gli invitati arrivarono nel pomeriggio tardi verso le ore 19:00. Nel corso della serata ci raggiunsero altri amici e restammo insieme fino a tardi. L’ex moglie di Thomas ha, però, rivelato: “Lui ha mentito su cosa ha fatto e dov’era. Ha mentito alla polizia: è andato via con qualcuno per un paio d’ore ed è tornato da solo”.