Home Enogastronomia I consigli per fare la spesa in modo ecologico, sostenibile e bio

I consigli per fare la spesa in modo ecologico, sostenibile e bio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:02
CONDIVIDI

I consigli di Greenpeace per una spesa ecologica, sostenibile e il più possibile a chilometro zero.

spesa-green-sostenibile-greenpeace
Photo by Daria Shevtsova from Pexels

Come fare ad essere green non solo nei mezzi di trasporto, ma anche nei menù, nella spesa e in ogni momento della nostra giornata? Ecco che Greenpeace ha pensato ad un ecomenù, con ben dieci consigli per cercare di fare una spesa il più sostenibile e green possibile. Come unire la passione per la cucina con quella della sostenibilità ambientale e di un mondo green? Visto che molti prodotti alimentari e soprattutto tutto il sistema di produzione del cibo (soprattutto nei paesi ricchi dove il cibo viene processato moltissime volte) è spesso causa di un aumento delle emissioni di gas serra bisogna fare attenzione anche a ciò che si mangia. Bisogna fare delle scelte alimentari precise e cercare di puntare alla sostenibilità.

Spesa green? Come farla secondo Greenpeace

Greenpeace ci apre gli occhi e ci fa pensare che magari un po’ di carne comprata al supermercato ha una storia alle spalle molto lunga. Il mangime usato nell’allevamento della mucca, ad esempio, da dove viene?  Magari da una zona deforestata. Inoltre bisogna ricordare che in molti casi gli allevamenti intensivi causano moltissime polveri sottili, più dell’industria e del trasporto. Come fare allora a concentrarsi su una spesa ecologica? L’Eco Menù di Greenpeace potrebbe essere un ottimo alleato.

Con 10 semplici ed immediati consigli potrete cercare di fare la spesa in modo più consapevole e soprattutto green. Vediamoli insieme. Come prima cosa potreste iniziare a ridurre il consumo di carne e sostituirla con i legumi. Dovreste cercare di aumentare quindi le verdure e le proteine vegetali cercando di ridurre quelle di origine animale. Le uova, ad esempio, è meglio selezionare quelle che provengono da allevamenti bio. Occhio anche all’imballaggio cercando di evitare la plastica il più possibile e, se possibile, scegliere sempre prodotti il più possibile a km 0.