Home News Nonna salva la nipotina prima che venga investita ma perde la vita

Nonna salva la nipotina prima che venga investita ma perde la vita

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:36
CONDIVIDI

Nonna salva nipotinaUna nonna è riuscita a salvare la nipotina prima che venisse investita, per lei però non c’è stato nulla da fare ed è morta prima di giungere in ospedale.

“Pensate alla bambina”, queste sono state le ultime parole pronunciate da Anna Maria Fois, nonna di 67 anni investita ad Iglesias mentre accompagnava la nipotina a scuola. Una tragedia che ha avuto luogo in via Pacinotti, all’altezza dell’attraversamento pedonale che conduce alla scuola elementare ‘Costantino Nivola’. Come ogni giorno Anna Maria stava accompagnando la nipote fin dentro la classe. Per farlo ha dovuto scavalcare due file di auto parcheggiate e attraversare poco oltre le strisce pedonali. Auto che hanno tolto visibilità sia a lei che all’automobilista che stava sopraggiungendo.

In una frazione di secondo Anna Maria si è resa conto che sarebbe stata travolta e con un riflesso fulmineo è riuscita a spingere via la nipote. L’auto, un suv guidato da un 26enne, l’ha travolta sbalzandola in aria. Ricadendo la donna ha colpito il parabrezza ed è finita sull’asfalto. Immediato l’intervento della  Polizia Municipale, poco dopo sono arrivati i soccorsi. Gli operatori del 118 si sono resi conto immediatamente che le condizioni della donna erano gravi ed hanno chiamato l’elisoccorso per farla trasportare a Cagliari. La coraggiosa nonna, però, è morta prima che potesse essere trasportata. La bimba, invece, se l’è cavata con qualche graffio e con tanto spavento.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Nonna travolta da un’auto salva la nipotina, il dolore della famiglia

La Polizia ha fermato l’automobilista e l’ha sottoposta al test per la guida in stato di ebbrezza che pare essere risultato negativo. Il ragazzo si è giustificato dicendo di aver visto la donna solamente all’ultimo istante a causa del sole e delle auto parcheggiate. In attesa che venga fatta una ricostruzione accurata della dinamica dell’accaduto, il ragazzo è stato accusato di omicidio stradale.

La notizia della morte di Anna Maria ha sconvolto la famiglia Fois, proprietaria di una macelleria al mercato civico. La donna era solita aiutare il marito ed i figli al negozio ed era conosciuta e voluta bene da tutti. Dopo l’accaduto la macelleria è rimasta chiusa, il dolore era troppo forte per poter lavorare. Qualche parola è stata spesa anche dal parroco locale, Don Giorgio, il quale al ‘Corriere‘ ha detto: “Quanta tristezza, due famiglie distrutte, quella della nonna, brave persone, infaticabili lavoratori, e anche quella del giovane che l’ha investita. Chiedono silenzio e credo proprio che dobbiamo rispettare il loro dolore”.

Leggi anche -> Bimbo di 8 anni travolto fuori dalla scuola davanti agli occhi della madre