Home News Bimbo precipitato a scuola a Milano, una mamma: “Non capiamo come sia...

Bimbo precipitato a scuola a Milano, una mamma: “Non capiamo come sia successo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:30
CONDIVIDI

Bimbo precipitato MilanoC’è ancora grande preoccupazione per il bimbo precipitato questa mattina in una scuola di Milano, una delle madri spiega che la ringhiera è molto alta dunque nessuno si capacita di come sia caduto.

Sono ancora scossi genitori e insegnanti dei bimbi che frequentano la scuola Pirelli di Milano. Nessuno, infatti, si capacita di come possa essere accaduta la tragedia di questa mattina. Uno degli alunni dell’istituto, un bambino di appena 6 anni, è precipitato dal secondo piano ed ora si trova in prognosi riservata all’ospedale Niguarda di Milano. Sul piccolo non ci sono ancora informazioni certe, pare abbia riportato un forte trauma cranico per il quale è stato operato. Nella caduta inoltre ha riportato una frattura al bacino ed altre lesioni.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Bimbo precipitato a Milano, una mamma: “La ringhiera è molto alta”

Mentre l’Italia intera prega e spera che il bimbo precipitato questa mattina a Milano possa riprendersi completamente, i Carabinieri stanno cercando di ricostruire l’accaduto. Secondo le poche informazioni giunte, al momento della caduta il piccolo si trovava fuori dall’aula per andare in bagno. L’incidente, dunque, si sarebbe verificato in orario di lezione, in un momento in cui per i corridoi non ci sarebbe dovuto essere nessuno o quasi.

Una delle ipotesi vagliate è che il piccolo possa aver cercato di scavalcare la ringhiera. Difficile invece credere che sia caduto poggiandosi, visto che questa è abbastanza alta da scongiurare un simile pericolo. A spiegarlo è stata la madre di una delle bambine che frequenta l’istituto che ha dichiarato: “Sono davvero scossa, non so davvero come possa essere successa una tragedia del genere, tra l’altro la ringhiera delle scale è molto alta”. La stessa donna ha aggiunto in seguito: “La ringhiera è fine ma è alta per noi che siamo grandi, quindi a maggior ragione per un bimbo di 6 anni”.