Foggia, bimba di un anno gravissima: “Ha ingerito droga”

La piccola è ricoverata nel reparto di rianimazione degli Ospedali Riuniti di Foggia per avere ingerito droga, quasi certamente cannabinoidi.

E’ stata portata al pronto soccorso giovedì sera dai genitori, una coppia di nomadi di nazionalità croata, lei di 34 anni, lui di 39 anni. Quando i medici degli Ospedali Riuniti di Foggia si sono resi conto della situazione sono rimasti a bocca aperta: la bambina, di appena un anno di età, aveva ingerito droga e versava in gravissime condizioni.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Un bambina (suo malgrado) nella trappola della droga

La bambina, che ora è in coma farmacologico, è stata ricoverata in condizioni critiche nel reparto di rianimazione degli Ospedali Riuniti di Foggia per avere ingerito droga, quasi certamente cannabinoidi. Quando è arrivata in ospedale era già priva di conoscenza. I medici l’hanno immediatamente soccorsa e, dopo gli accertamenti di rito, hanno appurato che la piccola aveva ingerito una sostanza stupefacente.

Nel frattempo sono stati informati i Carabinieri, che hanno proceduto a una perquisizione del luogo di dimora dei genitori – una roulotte in località Incoronata, una borgata alla periferia di Foggia – senza però trovarvi tracce di droga. Al momento la posizione della coppia di nomadi croati è al vaglio degli inquirenti. Un’altra tragedia a solo pochi giorni di distanza da quella del bimbo di Palermo, finito in rianimazione in circostanze analoghe, e che sta sollevando un’ondata di indignazione sul web. La speranza, come sempre, è che sia l’ultima della serie.

EDS