Weinstein, anche Jennifer Aniston lo accusa: “Voleva che mi spogliassi”

Weinstein Jennifer Aniston
Anche Jennifer Aniston accusa Weinstein FOTO viagginews

Accuse Weinstein Jennifer Aniston, l’attrice si aggiunge alla pletora di altre artiste che accusano l’ex produttore cinematografico di pesanti molestie.

Torna alla ribalta il nome del famigerato Harvey Weinstein, e grazie a Jennifer Aniston. L’ex moglie di Brad Pitt (i due sono stati sposati dal 2000 al 2005) ha svelato le richieste che l’ex potentissimo produttore di Hollywood le fece a suo tempo. L’attrice ha riferito che Weinstein tentò in tutti i modi di farle cambiare d’abito. Per farle poi indossare un vestito firmato facente parte della collezione della allora moglie di lui. La 50enne Aniston incrociò ‘Harvey il terribile’ – accusato da dozzine di attrici per presunti casi di abusi psicologici e carnali perpetrati in oltre 20 anni – nel 2005 per la realizzazione del film thriller ‘Derailed’.

Lui cercò di costringerla ad indossare un vestito a griffe ‘Marchesa’, linea di moda fondata dalla designer britannica Georgina Chapman, ora ex moglie di Weinstein. Queste affermazioni le riporta il magazine ‘Variety’. La Aniston ha parlato di quell’episodio come di “uno dei rari casi in cui sono stata vittima di bullismo. E lui non è stato certo carino nel chiedermelo”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Weinstein, Jennifer Aniston ricorda uno spiacevole episodio

Jennifer Aniston attualmente recita con Reese Witherspoon e Steve Carell in ‘The TV Show’, prodotto da Apple TV +. Si tratta di una serie televisiva esclusiva che narra appunto delle vicende di una famosa star fittizia decaduta a causa degli scandali ‘alla Weinstein’ scoperti sul suo conto. L’ispirazione è palese e l’idea del format è sorta nell’ottobre del 2017, proprio quando lo scandalo con le relative proteste del movimento #MeToo hanno monopolizzato l’opinione pubblica. Per quanto riguarda Weinstein, pare sia ancora in una clinica di disintossicazione per curare la sua dipendenza da certi impulsi. E nega tutte le accuse di rapporti non consensuali ricevuti, in attesa del processo che si celebrerà tra non molto a New York. Processo in cui è imputato per violenza carnale.