Al Bano, chi è la mamma Jolanda: storia e vita privata della donna

Conosciamo meglio la storia e la vita privata di Jolanda Ottino, la mamma di Al Bano, presenza costante nella carriera dell’artista italiano

Jolanda Ottino mamma Al Bano
Screenshot

La signora Jolanda Ottino, classe 1923, ha più di novant’anni ed è la madre di Al Bano Carrisi. Per tantissimi e lunghissimi anni è stata la presenza fissa della carriera di suo figlio. Ai microfoni di Diva e Donna lo stesso Al Bano aveva svelato: “Per stare accanto a mio padre Carmelo, è fuggita di casa con la sua bicicletta e poi l’ha sposato”. Poi la stessa donna ha aggiunto a Tv Sorrisi e Canzoni: “E’ bravo mio figlio, è tutto. Quando mi viene a trovare mi fa sempre una grande allegria”. Nella sua vita ha fatto di tutto: da contadina a cuoca nella sua Puglia. Lo stesso Al Bano in un’intervista ha raccontato: “Se avesse avuto l’opportunità di studiare, con quel bel cervello, probabilmente avrebbe avuto successo prima di me per la sua naturale predisposizione per la musica. Invece venne mandata a imparare a cucire, e andando ogni giorno alla bottega del sarto Antonino venne notata da un giovanotto che lavorava la terra e si chiamava Carmelo Carrisi“.

Poi lo stesso artista italiano svelò come suo padre e sua madre si sposarono: “Mio padre trovò mille stratagemmi per allontanarsi dalla guerra, inventandosi strane malattie per poter tornare a casa, sposare Jolanda e tornare poi al fronte. Mi è sempre sembrato un amore cavalleresco con lo sposo che scappa con l’amata a cavallo, ma in realtà fuggirono su una bicicletta da una zia a San Pietro Vernotico“. Poi ha tenuto a precisare: “Mia madre durante la fuga ebbe un ripensamento. Quel gesto significava chiudere tutti i rapporti con la sua famiglia, ma lui a quel punto decise che sarebbero andati fino in fondo. E quell’uomo risoluto lei lo amò per tutta la vita e oltre”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Al Bano, chi è la mamma Jolanda: storia e vita privata

Jolanda aveva anche una bella voce ed ha anche un passato da cantante come testimoniato dallo stesso Al Bano: “In tutta la Puglia c’erano le bande che suonavano nelle feste patronali e in particolare il maestro Ernesto Abbate, che visse a Squinzano. Fece una grande rivoluzione musicale perché adattò le opere famose agli strumenti delle bande di quel tempo.

Poi ha aggiunto: “Vengono da tutto il mondo ancora oggi a studiare la sua rivoluzione e i brani originali che lui stesso aveva composto. E’ un patrimonio da noi poco valorizzato. Anche io ricordo da bambino l’emozione di sentire la “musica colta” nei paesi grazie alle bande, e lei l’aveva imparata così. Ha sempre cantato, certo ora fatica a cantare “Casta Diva”, ma tutti ricordano che era bravissima”.