Papà di Romina Power, chi era Tyrone Power: foto, vita privata, carriera

Papà di Romina Power, chi era Tyrone Power: foto, vita privata, carriera del grande attore di Hollywood. 

Tyrone Power è stato un famoso attore cinematografico statunitense. Lo si ricorda in particolare per i ruoli dell’eroe malinconico e spesso perdente e del “bel tenebroso” in film girati fra gli anni Trenta e Cinquanta del secolo scorso.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’identikit di Tyrone Power

Tyrone Edmund Power Jr., meglio noto semplicemente come Tyrone Power, nacque a Cincinnati il 5 maggio 1914. Figlio d’arte, dotato di buona cultura e dai comportamenti gentili e educati, seguì ben presto le orme del padre Tyrone Sr. (attore del cinema muto, venuto a mancare nel 1931) avviandosi alla carriera cinematografica e divenendo una sorta di sex-symbol dopo essere stato scritturato dalla Fox. La madre era Helen Emma Reaume detta “Patia”. Tyrone Power partecipò anche alla seconda guerra mondiale come aviatore nel corpo dei Marines.

Dopo aver preso parte nel 1932 a “Il figlio del disertore” e “Son of Fury”, nel 1936 Tyrone Power fu protagonista de “I Lloyds di Londra”, pellicola che lo lanciò nello star system di allora, catapultandolo sulle copertine di tutti i giornali e consentendogli di essere riconosciuto in qualsiasi ambiente. Seguirono alcuni film di grande successo, alternati ad altri minori, tutti registrati a un ritmo frenetico (complice l’approssimarsi della guerra) e che ben pochi attori moderni sarebbero in grado di sostenere: “Scandalo al Grand Hotel” (1937), “L’incendio di Chicago” (1937), “Caffè Metropole” (1937), “Maria Antonietta” (1938), “Jess il bandito” (1939), in cui vestì i panni del celebre personaggio di Jesse James.

Tyrone Power interpretò poi un altro famoso personaggio dell’immaginario collettivo, Zorro, il giustiziere mascherato in “Il segno di Zorro” (1940) e il pirata in “Il cigno nero” (1942). E ancora: “Il figlio della furia” (1942) e “Agguato sul fondo”, film ambientato su un sommergibile militare (1943) e, dopo gli venti bellici, “Il filo del rasoio” (1946), “La fiera delle illusioni” (1947), “Il capitano di Pastiglia” (1947), “L’isola del desiderio” (1948), “Quel meraviglioso desiderio” (1948) e “Il principe delle volpi” (1949). La sua ultima interpretazione fu in “Testimone d’accusa” di Billy Wilder (1957).

Nel frattempo, la vita privata di Tyrone Power fu piuttosto movimentata: si sposò tre volte e divorziò due. Furono le sue relazioni extraconiugali a compromettere i matrimoni con l’attrice francese Annabella (sposata nel 1939 e lasciata nel 1948) e con Linda Christian (sua moglie dal 1949 al 1956). Dal matrimonio con quest’ultima nacquero nel 1951 Romina e nel 1953 Taryn. Dall’unione con la terza moglie, Deborah Ann Montgomery Minardos, nacque invece Tyrone William IV (classe 1959), a sua volta attore.

Tyrone Power morì a causa di un infarto il 15 novembre 1958 a Madrid, poco dopo il terzo matrimonio, sul set del film Salomone e la regina di Saba. Fu colto da malore durante una pausa delle riprese del duello con l’attore George Sanders e spirò durante il trasporto all’ospedale. La sua parte fu poi interpretata da Yul Brynner. Tyrone Power riposa all’Hollywood Forever Cemetery, il cimitero dei divi sulla collina di Hollywood.

EDS