Home Destinazioni e Guide turistiche Musei bambini e ragazzi in Italia: idee dove andare

Musei bambini e ragazzi in Italia: idee dove andare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:02
CONDIVIDI

musei bambini

Dove andare con i bambini per visitare musei interattivi e non solo

Una giornata al museo può essere un’esperienza divertentissima per i bambini basta andare nei musei giusti. Se è vero che ogni luogo se raccontato in maniera curiosa e stimolante può avvicinare i più piccoli all’arte e alla storia, ci sono alcuni musei pensati proprio per i ragazzi. Posti in cui l’interazione diventa parte integrante della visita, in cui si accompagna il bambino alla scoperta, in cui sono organizzati molti laboratori, in cui si sperimenta, in cui fondamentalmente ci si diverte. In Italia ci sono diversi musei dove andare con i bambini, musei interattivi da andare a visitare.

Le giornate gratuite ai musei, anche se non sono musei per bambini, sono occasioni da non perdere per potersi fare una scorpacciata di cultura e scoprire alcuni dei nostri immensi tesori in compagnia dei più piccoli. Per bambini e ragazzi non esistono infatti solo i parchi di divertimento, ma ci sono molte occasioni per crescere giocando.

I musei per i bambini in Italia

All’estero l’idea di museo come mero contenitore è stata superata da tentativi diversi di sperimentazione. Una grande attenzione è poi sempre stata riservata ai più piccoli per i quali sono stati pensati luoghi che li guidassero al piacere della scoperta, in cui fosse presente l’aspetto ludico e solo attraverso questo l’apprendimento. Anzi cercando di interessare il bambino alla conoscenza cambia il concetto di apprendimento: non più A che insegna a B, ma B che vuole apprendere da A. Anche in Italia specie negli ultimi anni sono sorti diversi musei per bambini dove poter passare una piacevolissima giornata.

  • La città dei bambini e dei ragazzi – Genova
  • MUBA – Milano
  • Explora – Roma
  • Volandia – Varese
  • Museo di Omero – Ancona
  • Museo Archeologico Virtuale – Napoli
  • MUSE – Trento
  • Peggy Guggenheim Collection – Venezia
  • Museo A come Ambiente – Torino
  • Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci – Milano
  • Museo dei Ragazzi – Firenze
  • Le Alpi dei ragazzi – Aosta
  • Pinacoteca Rezzato – Brescia

La città dei Bambini e dei ragazzi – Genova

Questo luogo, oltre duemila metri quadri, è un’immensa area gioco educativa con oltre 50 installazioni multimediali per permettere ai piccoli visitatori di toccare, sperimentare e conoscere la scienza e la tecnologia. Il tutto divertendosi. La città è pensata per bambini e ragazzi dai 2 ai 13 anni ed è suddivisa in tre spazi diversi a seconda dell’età: 3/5 anni Per i più piccolini si scopre la percezione del proprio corpo con il bosco in città, fino ai 5 anni si gioca con travasi e con esperienze sensoriali, dai 6 anni in su si affrontano diversi temi della fisica, con particolari installazioni, della scienza con esperimenti e illusioni ottiche e della tecnologia con studi televisivi.
La città dei bambini e dei ragazzi si trova nella zona del Porto Antico a due passi dall’Acquario e dal Museo del Mare.

MUBA – Milano

Non ha una collezione permanente, ma permette ai più piccoli di sperimentare e di conoscere le mostre temporanee. Il MUBA è infatti suddiviso in due parti: una dove i bimbi dai 2 agli 11 anni possono sperimentare i propri sensi con giochi ed installazioni, e lo spazio Mostre dove vengono periodicamente allestite delle mostre gioco interattive.

Peggy Guggenheim Museum, Venezia 

E’ uno dei musei do arte contemporanea più importanti d’Italia e si trova in uno dei punti più incantevoli nel Sestriere di Dorsoduro a Venezia. Questo museo propone laboratori e percorsi artistici per bambini dai 4 ai 10 anni ogni domenica, ma non solo anche nel periodo di Carnevale ci saranno workshop gratuiti per i più piccoli.

Explora, Roma

Una città per bambini dai 0 ai 12 anni. Explora è un enorme spazio dove ogni cosa può essere toccata e sperimentata e permette di scoprire scienze, tecnologia, comunicazione, biologia e non solo. Giochi interattivi per capire la realtà che ci circonda: dai pesi e le misure agli acquisti al supermercato, dal vento ai giochi d’acqua.

Museo Archeologico Virtuale, Ercolano, Napoli

Per far conoscere anche ai più piccoli le meraviglie antiche di Pompei ed Ercolano il Museo Archeologico Virtuale propone un percorso che stimola i sensi e rende l’esperienza quindi emozionante. L’obiettivo è quello di immergere il giovane visitatore nella Pompei dell’epoca: ecco quindi il sound garden dove ascoltare tutti i rumori del mercato o la stanza dei profumi dove sentire l’odore delle spezie e degli unguenti utilizzati dai romani. Si racconta quindi la vita prima della tragica eruzione del Vesuvio del 79 d.C. E poi si spiega cosa significa un’eruzione vulcanica, quali effetti ha, tramite installazioni e simulazioni che riproducono per l’appunto eruzioni vulcaniche e terremoti.

MUSE – Trento

Il Museo delle Scienze di Trento è una particolarissima e bellissima struttura realizzata da Renzo Piano che conduce il visitatore alla scoperta. Il percorso espositivo parte infatti dall’alto per poi scendere ai piani inferiori: viene usata la metafora della montagna per far conoscere la vita sulla Terra: dal sole della terrazza fino al -1 della Serra Tropicale. Pensati per i più piccoli diversi laboratori e percorsi come la Discovery Room, il Maxi Ohh, e i piccoli giardinieri.

Museo Omero – Ancona

Uno dei musei tattili più famosi d’Italia è quello di Ancona, il Museo Omero, pensato non solo per i bambini, ma anche per chi non può vedere e per chi vuole provare le fortissime sensazioni del tatto quando si spegne la vista. Molti laboratori e percorsi.

Volandia, Somma Lombardo, Varese

Scoprire il volo e gli aerei è un’esperienza bellissima in questo museo, Volandia. Un’aerea giochi interna ed esterna, aerei antichi, ad ala fissa e con ala rotante e poi i grandi aerei e un simulatore di volo. Non solo anche un planetario e un padiglione sullo spazio. E poi una nuova collezione su funicolari, locomotive e tram.

Museo A come Ambiente – Torino

Questo è il primo museo in Europa interamente dedicato all’Ambiente. Una tematica attualissima e di vitale importanza per il futuro e da far conoscere subito ai più piccoli. Questo è possibile attraverso laboratori e percorsi didattici che permettono di scoprire come interagire con l’ambiente e cosa fare per preservarlo. Il Museo A come Ambiente è composto da tre diverse strutture e un giardino interno in cui sono trattati temi come energia, rifiuti, acqua, clima, alimentazione e trasporti.

Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci, Milano

E’ il più grande d’Italia nonché uno dei più importanti d’Europa, una vera e propria istituzione che permette di conoscere tramite esperimenti e interazioni lo sviluppo di scienza e tecnologia; tra l’altro è il museo che espone i modelli delle macchine di Leonardo da Vinci. Si può salire a bordo del sottomarino Enrico Toti ospitato nello spazio esterne, seguire l’esposizione Extreme per conoscere le particelle elementari, vedere lo sviluppo della radio, partecipare all’esposizione interattiva sull’alluminio e poi energia, spazio, biotecnologie, elettricità. Un universo immenso tutto da scoprire: qui tutte le informazioni.

Museo dei Ragazzi – Firenze

All’interno di Palazzo Vecchio si trova il Museo dei Ragazzi un modo per far conoscere divertendosi la storia rinascimentale di Firenze e del Palazzo della Signoria. Una sala multimediale, un laboratorio di pittura e di teatro, percorsi segreti per far vivere avventure ai più piccoli mentre si racconta e si scopre il Palazzo, visite-gioco e favole per raccontare Firenze. I laboratori e le visite sono su prenotazione in determinati giorni. Tutte le informazioni sul sito ufficiale.

Le Alpi dei Ragazzi, Forte di Bard, Aosta

Conoscere la montagna, sperimentare salite in parete con tanto di corde e imbragature, rispettare la natura e i propri limiti. Ecco il Museo delle Alpi dei Ragazzi che si trova nello spettacolare Forte Bard ad Aosta. Un percorso per i più piccoli che parte dalla sala rifugio dove si preparare l’itinerario e per tappe prosegue fino alla sala cima.

Pinacoteca Internazionale dell’Età Evolutiva, Rezzato, Brescia

L’espressione artistica prende il suo spazio in questa storica dimora. Si tratta di una Pinacoteca attiva da oltre 50 anni che raccoglie opere di bambini da tutto il mondo e che promuove la libera espressione artistica. Percorsi didattici e laboratori per avvicinarsi all’arte per comunicare se stessi e per crescere.

CONDIVIDI
Articolo precedenteFederica Francia, chi è: vita, foto e carriera dell’ex corteggiatrice
Articolo successivoMichael Schumacher ricoverato a Parigi: “Nuova cura top secret”
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.