‘Cacciata’ dall’ospedale di Birmingham, dramma per una donna di Messina: la famiglia non ha i soldi per le cure

donna ospedale soldiVera Rigano è una donna di Messina che è stata ricoverata all’ospedale di Birmingham, ora per continuare le cure è stato chiesto alla famiglia di pagare: partita la raccolta fondi per il rientro in Italia.

È una storia intrisa di speranze e disperazione, di paura e di volontà. Ma soprattutto, è una storia che ci racconta il dramma di chi non può permettersi di pagare le cure per un proprio caro. Cure necessarie, urgenti, vitali per permettere a una donna di non lasciare questo mondo. La storia che stiamo raccontando riguarda una nostra connazionale, una 38enne di Messina che si trova però in Inghilterra, precisamente a Birmingham. È qui che, qualche settimana fa, è stata ricoverata d’urgenza in ospedale. Dopo averle prestate le prime cure, però, è arrivato il benservito: la donna non potrà restare in nosocomio senza pagare. Si parla di cifre altissime, che la sua famiglia non può al momento permettersi.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

‘Cacciata’ dall’ospedale di Birmingham, dramma per una donna di Messina: la famiglia non ha i soldi per le cure

È proprio questa la drammatica situazione che stanno vivendo Vera Rigano, 38enne messinese, e la sua famiglia. A luglio la donna ha improvvisamente accusato un malore a Birmingham, in Inghilterra, dove stava lavorando. Si è quindi reso necessario il trasporto in ospedale, dove le sono state prestate le prime cure. Queste, però, non hanno risolto totalmente la situazione e ora alla famiglia di Vera è stato comunicato che per continuare il trattamento in nosocomio sarà necessario pagare. Costi molto alti per delle cure fondamentali. Gli stessi costi per il rientro in Italia, però, sono molto sostenuti. E allora la città si sta mobilitando. A Messina, infatti, è partita una raccolta fondi per aiutare la famiglia di Vera Rigano a pagare almeno il rientro in Italia, precisamente a Brescia dove la donna, in gravi ma stabili condizioni, potrà continuare ad essere curata. Un nobile gesto per una nobile causa, a differenza di come avviene in altre circostanze.