Home Destinazioni e Guide turistiche Svizzera, le terme di Baden: cosa fare e vedere

Svizzera, le terme di Baden: cosa fare e vedere

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:32
CONDIVIDI

terme baden

Le terme di Baden nei dintorni di Zurigo in Svizzera: cosa fare e cosa vedere

La Svizzera non è solo Alpi e vallate, formaggi e cioccolato, orologi e banche, ma è anche un centro termale meraviglioso dove potersi rilassare. Questo centro termale è nella piccola ma incantevole cittadina di Baden, a pochi chilometri di distanza, appena 25, da Zurigo. Le proprietà delle sue acque, con la più alta percentuale di sali minerali di tutta la Svizzera, erano conosciute sin dai tempi dei romani.  Oggi nulla è cambiato sono ancora moltissimi i turisti che vengono da tutte le parti del mondo per immergersi nelle acque termali di  questo piccolo paradiso svizzero.

Leggi anche -> Le terme più belle d’Italia

Le terme di Baden: cosa fare

Un intero quartiere dedicato alle terme. A Baden potrete girare fra diversi hotel e centri termali per rilassarvi e farvi coccolare tutti racchiusi in un unico quartiere. A Baden ci sono 18 sorgenti a 47 ° di temperatura dalle quali sgorga un’acqua dai forti effetti curativi in una cittadina che in ogni suo angolo è una vera e propria oasi di benessere tra bagni turchi, idromassaggio, doccia Kneipp, sauna e tanto altro ancora. Le acque delle sorgenti di Baden sono un toccasana per i dolori reumatici, i disturbi meccanici e metabolici e per i problemi cardiovascolari.

Il quartiere dove il relax è di casa è Limmat ed è proprio qui che si trova l’Atrium Hotel Blume famoso per i tradizionali bagni in vasca; ma non c’è solo questo: nel quartiere termale, a pochi metri dalla stazione, sorge il centro Fitness Baden dove oltre a poter fare fitness c’è anche un centro di medicina sportiva.

All’interno del Fitenss Park hamam Baden potrete invece  perdervi nel calore avvolgente dell’hamam più grande e più moderno di tutta la Svizzera. E ancora, sempre nel quartiere termale si trova il Thermalbad Schweizerhorf dove potrete rinascere nuovamente dopo esservi immersi nelle tipiche terme romane.

al Thermalbaden invece potrete concedervi il lusso di farvi un bagno all’aria aperta ed approfittare di un massaggio relax acquamotion. Durante questo massaggio sarete completamente distesi sull’acqua ed avrete  la terapeuta che vi sorregge delicatamente, sarà  un’ esperienza indimenticabile anche perché verranno utilizzate diverse tecniche di massaggio, il tutto accompagnato anche da un massaggio sonoro in quanto su richiesta potrete sentire il piacevole suono creato dalle ciotole piene d’acqua  che vi aiuterà a rilassarvi maggiormente.

Baden cosa vedere

Ma Baden non è solo un centro termale :nel centro della città potrete trovare moltissimi parchi dove poter passeggiare e ricaricarvi o dedicarvi anche a qualche esercizio di ginnastica all’aria aperta circondati così dal meraviglioso verde di questa cittadina. Oppure passeggiare per il centro storico con le sue strette stradine dove affacciano palazzi storici. Da non perdere una visita alla Fondazione Langmatt che ospita la più grande collezione di tele impressioniste di tutta la Svizzera.
Fermatevi poi ad ammirare l’Holzbrucke, il ponte di legno coperto risalente al 1810 – ma che poggia su pilastri del 1600 – lungo 39 metri e che attraversa il fiume Limmat.  E per gli appassionati di gioco c’è il Grand Casino con tavoli di black jack e roulette.

 

 

.

CONDIVIDI
Articolo precedenteValeria Marini, chi è: età, vita e carriera della showgirl italiana
Articolo successivoBibbiano, chi è Valentina Salvi: storia della pm che per prima capì l’orrore
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.