Inter – Paris Saint Germain: sintesi, come è andata a finire

Terza uscita dell’Inter di Antonio Conte nella International Champions Cup contro il Paris Saint Germain: come è andata a finire.

inter paris saint germain
(VIVEK PRAKASH/AFP/Getty Images)

Dopo le due sconfitte contro il Manchester United e ai rigori contro la Juventus, prosegue l’avventura della nuova Inter di Antonio Conte in International Champions Cup. I nerazzurri hanno affrontato oggi a Macao, alle 13.30 ora italiana, i campioni di Francia del Paris Saint Germain, in una sfida che ha offerto al neo allenatore dei nerazzurri diversi spunti di riflessione.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Le mosse di Antonio Conte e i gol che hanno deciso Inter PSG

Fuori Antonio Candreva e al suo posto spostato sulla fascia Danilo D’Ambrosio, il mister salentino ex Juventus ed ex allenatore della nazionale di calcio anche oggi ha voluto stravolgere un po’ la formazione, affidandosi dal primo minuto all’anomalo tandem d’attacco composto da Perisic, che è un laterale avanzato, e dal 17enne Esposito. La squadra allenata da Conte, pur in ritardo nella preparazione rispetto ai transalpini, si muove bene in campo.

I progressi sono evidenti partita dopo partita, ma dopo la beffa con la Juventus ai rigori eccone arrivare un’altra: al 41° del primo tempo, il gol di Jan Thilo Kehrer sugli sviluppi di un calcio di punizione evidenzia ancora una volta i black-out difensivi dei nerazzurri, che sicuramente potevano fare meglio e invece erano piazzati molto male. Nella ripresa, girandola di cambi e quando mancano 25 minuti al fischio finale arrivano una serie di sostituzioni effettuate da Antonio Conte, una delle quali è sicuramente attesissima: esordisce infatti in maglia nerazzurra Diego Godin, già perno difensivo e capitano dell’Atletico Madrid di Simeone. Nei minuti di recupero, arriva il gol di Samuele Longo – complice l’errore del portiere Areola – per l’1-1 tra le due squadre, un pareggio meritato per la formazione di Antonio Conte.