Milano, trovato morto Stefano Marinoni, era scomparso il 4 luglio

Stefano Marinoni
(Facebook)

La ricerca di Stefano Marinoni, ragazzo scomparso il 4 luglio scorso da Baranzate, si è conclusa con una tragica scoperta: il giovane è morto, il suo corpo è stato ritrovato nelle campagne di Rho.

Era uscito di casa la sera di giovedì 4 luglio ed aveva detto alla madre che sarebbe stato via per poco tempo, quel giorno, però, Stefano Marinoni non aveva più fatto ritorno. L’improvvisa scomparsa del figlio aveva messo in allarme i genitori, sicuri che il figlio non sarebbe mai scappato in quel modo e che se lo avesse fatto c’era di certo una ragione valida. Preoccupati, il giorno dopo hanno denunciato la scomparsa del figlio alle autorità, il loro appello è stato anche condiviso sulla rete nazionale (a ‘Chi l’ha visto?).

Il padre ha spiegato ai media che il figlio era un tipo oculato e riflessivo e che non aveva mai mostrato segni di disagio particolari, anzi nell’ultimo periodo le cose sembravano andare per il verso giusto: “Ha appena trovato un nuovo lavoro presso un’azienda, fa l’elettricista, davvero non capiamo che cosa possa averlo indotto a uscire di casa in modo così precipitoso, possiamo supporre che abbia ricevuto una telefonata prima di andare via. È un ragazzo con una vita sociale normale. Esce solo nel fine settimana e non ha una comitiva di amici fissa”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Trovato privo di vita Stefano Marinoni

I timori dei genitori di Stefano si sono rivelati purtroppo fondati: oggi i carabinieri hanno trovato il suo corpo esanime nelle campagne tra Rho e Arese, sotto un traliccio. Il cadavere del 22enne era in un avanzato stato di decomposizione (causa del forte caldo di questi giorni) e presentava una frattura allo sterno, ma non c’erano segni di colluttazioni o altre tipologie di ferite.

In questo momento, insomma, è stata ritenuta poco probabile la possibilità che sia stato aggredito e ucciso. In una prima ricostruzione dell’accaduto, i militari dell’Arma hanno ipotizzato che il giovane si possa essere arrampicato sul traliccio, dunque si sia buttato o sia caduto. Per il momento, però, si tratta solamente di un’ipotesi e si attendono i risultati dell’autopsia per stabilire qual è stata la causa della morte.