Safiria Leccese, chi è: carriera e vita privata della giornalista

Chi è la conduttrice televisiva Safiria Leccese: carriera e vita privata della giornalista, dagli esordi alle recenti trasmissioni, cosa sapere.

Safiria Leccese
(screenshot video)

Nata a Gaeta nel 1970 e laureatasi alla LUISS in giurisprudenza, Safiria Leccese è divenuta negli ultimi anni uno dei volti più noti dei telegiornali di Mediaset. Ma i suoi esordi risalgono agli anni successivi alla laurea quando abbandona gli studi giuridici e inizia a lavorare per un’emittente privata romana. A 27 anni – dopo un periodo a ‘La Voce’ di Indro Montanelli – entra a far parte della redazione di Studio Aperto, il telegiornale di Italia 1.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Cosa sapere sulla giornalista Safiria Leccese

Ancora non è iscritta all’albo dei giornalisti: nel 1999 diventa a tutti gli effetti giornalista e dopo una lunga permanenza a Studio Aperto nel 2011 passa alla neonata Tgcom24. Nello stesso anno, è chiamata dal Centro Televisivo Vaticano a condurre la diretta televisiva in mondovisione della veglia per la canonizzazione di papa Giovanni Paolo II. Qualche anno dopo è la conduttrice del programma La strada dei miracoli, su Retequattro. Da quell’esperienza nascerà un omonimo libro e qualche anno dopo vince il premio Buone notizie per il programma, insieme a padre Federico Lombardi, portavoce della Sala Stampa Vaticana, a Eric Jozsef, corrispondente dall’Italia del quotidiano francese Liberation e al fotografo del Papa, Arturo Mari.

Alta 1.72 metri e pesa circa 67 kg, Safiria Leccese non è certo un sex symbol, anche se ammette di essere comunque molto attenta all’alimentazione. Sposata con Sevi Saffetta, avvocato romano con studio ai Parioli. La coppia ha un figlio, Joseph Mark Pasqual, nato nel 2012. Impegnata nel volontariato, la giornalista non ha mai nascosto la sua fede, una ‘conversione’ – ha spiegato – avvenuta “subito dopo un incarico che mi ha permesso di vivere da vicino cosa significa credere”. Una curiosità: in molti ricordano la sua lite con Gabriele Paolini, avvenuta in anni recenti. La giornalista perse le staffe e malmenò il noto disturbatore televisivo.