Home News Chi è Antonio Logli: età, vita privata, storia dell’ex marito di Roberta...

Chi è Antonio Logli: età, vita privata, storia dell’ex marito di Roberta Ragusa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:26
CONDIVIDI
antonio logli chi è
(screenshot)

Chi è Antonio Logli: età, vita privata, storia dell’ex marito di Roberta Ragusa condannato a 20 anni per l’omicidio della moglie il cui corpo non è mai stato trovato.

Il caso di Roberta Ragusa resta uno dei misteri irrisolti più importanti in Italia, a livello d’impatto mediatico, del nuovo millennio. Ancora oggi, a oltre 7 anni dalla scomparsa dell’allora 44enne di Pisa, il corpo della donna non è mai stato trovato. E c’è chi, a torto o a ragione, pensa ancora che sia viva. Non la pensano così i giudici che hanno condannato il suo ex marito, Antonio Logli, a 20 anni di reclusione. Una sentenza confermata in Appello e che dovrà essere ridiscussa dalla Cassazione. Anche perché, di fatto, l’uomo non sta scontando la sua pena in carcere. Ma chi è Antonio Logli? Scopriamolo insieme.

Per essere aggiornato su tutte le notizie: CLICCA QUI!

Leggi anche -> Antonio Logli: “Roberta Ragusa è viva, ammazzatemi perché l’ho tradita”

Antonio Logli, chi è: storia dell’ex marito di Roberta Ragusa

Il volto di Antonio Logli, 56 anni, è diventato tristemente noto all’opinione pubblica italiana a partire dalla denuncia di scomparsa da lui presentata il 14 gennaio del 2012. L’uomo raccontò di aver visto per l’ultima volte l’ex moglie, Roberta Ragusa, intorno alla mezzanotte del giorno precedente. I due vivevano a San Giuliano Terme, in provincia di Pisa e hanno avuto due figli. Insieme gestivano la scuola-guida che si trova adiacente all’abitazione. Ma Antonio Logli, da anni, portava avanti una relazione extra-coniugale con Sara Calzolaio. Il corpo di Roberta Ragusa, da oltre 7 anni a questa parte, non è mai stato trovato. E se inizialmente i riflettori non si erano accesi sull’ex coniuge, le cose sono cambiate col passare del tempo. Logli è stato infatti condannato a 20 di reclusione per l’omicidio e la distruzione del corpo di Roberta. Una sentenza confermata in Appello, pur senza la misura restrittiva del carcere. In tutti questi anni, Logli si è sempre dichiarato innocente ed è stato difeso a spada tratta dal figlio Daniele. Si aspetta, ora, la sentenza della Cassazione.