Napoli, cattivi voti a scuola: 14enne si lancia dal quarto piano, è gravissimo

napoli quarto pianoTragedia sfiorata a Porta Nolana, nel cuore di Napoli: un 14enne, rimandato in tre materie a scuola, si è lanciato dal quarto piano del condominio residenziale

Non avrebbe sopportato il peso di quelle tre insufficienze che lo hanno costretto a rimandare la promozione a settembre. Ci sarebbe qualche cattivo risultato scolastico dietro il folle gesto di un 14enne di Napoli che, nel tardo pomeriggio di sabato, si è lanciato nel vuoto dal quarto piano dell’edificio dove abita con la famiglia. Un’azione disperata, anche se fortunatamente non fatale. Ma le condizioni del ragazzo, ricoverato in ospedale a causa delle gravissime ferite riportate, restano critiche. Il 14enne non è stato infatti dichiarato fuori pericolo di vita e, anzi, preoccupano e non poco i danni provocati da quel volo di svariati metri. E ora il quartiere di Porta Nolana e non solo si stringe in preghiera attorno alla famiglia.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche -> Ragazzo di 19 anni tenta il suicidio, camionista eroe gli salva la vita

Napoli, cattivi voti a scuola: 14enne si lancia dal quarto piano, è gravissimo

La dinamica della tragedia sfiorata sembra essere molto chiara, anche se gli investigatori stanno comunque raccogliendo tutti gli elementi utili. Il padre del ragazzo, secondo quanto da lui testimoniato, lo aspettava in auto per accompagnarlo ai corsi di recupero. Il 14enne era stato infatti rimandato in tre materie, evidentemente rischiando la bocciatura. All’improvviso, però, un tonfo ha squarciato quel velo di apparente normalità. E quando l’uomo è corso nel cortile condominiale residenziale di Piazza Nolana, vi ha trovato il figlio in condizioni disperate. Il ragazzo si è lanciato dal quarto piano, probabilmente pressato da quella situazione scomoda. A quel punto è partita la corsa in ospedale per salvargli la vita, ma le fratture multiple e le lesioni riportate destano seria preoccupazione. “Giunto al Pronto Soccorso ha riferito ai sanitari le sue intenzioni di togliersi la vita. Sarà sottoposto a un secondo intervento chirurgico e ai servizi psichiatrici dell’Asl”, ha dichiarato il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, componente della Commissione Sanità.