Home News Sport Serie B, Palermo: pugno di ferro, retrocessione in Lega Pro

Serie B, Palermo: pugno di ferro, retrocessione in Lega Pro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:05
CONDIVIDI

Serie B, Palermo: pugno di ferro del Tribunale FIGC, ultimo posto e retrocessione in Lega Pro, cosa cambia adesso nella serie cadetta.

palermo retrocesso
(Tullio M. Puglia/Getty Images)

Come ampiamente previsto, il Palermo è stato retrocesso in Lega Pro: lo ha stabilito la sentenza del tribunale federale nazionale della Figc. Accolte le richieste della Procura per Giovanni Giammarva, all’epoca presidente del Palermo, e Anastasio Morosi, a cui è stata inflitta un’inibizione rispettivamente di due e cinque anni. La sentenza ‘salva’ l’ex presidente Zamparini. Adesso la classifica della serie cadetta sarà rivoluzionata.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La sentenza contro il Palermo: cosa cambia in Serie B

Questo il dispositivo della sentenza che ha condannato all’ultimo posto e alla Lega Pro il Palermo: “Il Collegio ritiene che il quadro emerso dalle vicende sopra descritte appare in tutta la sua gravità, idoneo a porre in evidenza il compimento di una sistematica attività volta ad eludere i principi di sana gestione finanziaria e volta a rappresentare in maniera non fedele alla realtà lo stato di salute della società deferita. A fronte di tali circostanze, è derivato il compimento di attività chiaramente elusive, idonee a non fotografare la reale situazione della società, proseguite ininterrottamente dal 2015 al 2018 e aventi il loro apice relativamente al bilancio al 30 giugno 2016 le cui alterazioni, per quanto risulta dagli atti oggetto del giudizio, hanno consentito di conseguire l’iscrizione al campionato di calcio 2017/2018. A fronte, pertanto, delle riconosciute responsabilità degli odierni deferiti ed in ragione della gravità degli illeciti, il Tribunale ritiene di accogliere le richieste formulate dalla Procura Federale”.

La sentenza contro il Palermo, che aveva sfiorato la promozione diretta in Serie A, persa all’ultima giornata a vantaggio del Lecce, ha una prima e immediata conseguenza: i playoff e i playout slitteranno di una settimana. Se la formula dovesse essere confermata, come è molto probabile che sia, cambieranno alcune posizioni. Nella zona alta, sarebbe il Perugia a rientrare nella lotta per la Serie A al posto del Palermo. Andrebbero direttamente al secondo turno dei playoff Benevento e Pescara, in attesa delle sfide tra Verona e Perugia e tra Spezia e Cittadella. Nelle zone basse, invece, il Venezia sarebbe salvo perché pur essendo arrivato a pari merito con la Salernitana, ha ottenuto 4 punti negli scontri diretti coi campani. Questi ultimi si giocherebbero quindi la salvezza contro il Foggia in una doppia sfida. Le partite saranno visibili soltanto per gli abbonati a Dazn. La piattaforma di streaming legale Dazn costa 9.99 euro al mese. Per chi non si è ancora iscritto alla piattaforma, ricordiamo che la piattaforma è gratis per un mese interoDopo 30 giorni poi si potrà decidere se continuare ad usufruire del servizio oppure no.

CLICCA QUI PER ADERIRE AL PRIMO MESE GRATIS!