Home Eventi Duomo di Siena: apre alle visite la terrazza panoramica del Facciatone

Duomo di Siena: apre alle visite la terrazza panoramica del Facciatone

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:51
CONDIVIDI
duomo di siena facciatone
Duomo di Siena (iStock)

Duomo di Siena: apre alle visite il tetto della Cattedrale. Occasione imperdibile.

Un’occasione imperdibile per visitare la città di Siena e le sue meraviglie in questa primavera e in estate: apre alle visite al pubblico la sommità del Facciatone del Duomo, ovvero quella che avrebbe dovuto essere la facciata del progetto per il nuovo duomo della città, rimasto incompiuto. Oltre al panorama dalla Cupola e dai sottotetti della Cattedrale, i visitatori avranno un’ulteriore occasione di ammirare la città di Siena e i suoi meravigliosi monumenti dall’alto. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Duomo di Siena: si può salire sul Facciatone

Il Duomo di Siena, Cattedrale metropolitana di Santa Maria Assunta, sorge sull’Acropoli ed è uno degli edifici più spettacolari e imponenti della città toscana, realizzato tra il XIII e il XIV secolo nello stile romanico-gotico italiano. Si tratta di una delle chiese più belle non solo di Siena e della Toscana, ma anche d’Italia. La maestosità dell’architettura, la ricchezza di fregi ed elementi decorativi all’esterno e all’interno e le opere d’arte al suo interno ne fanno uno dei monumenti più importanti d’Italia.

La visita al complesso monumentale del Duomo di Siena comprende diversi luoghi ed elementi: la Cattedrale, la Libreria Piccolomini, la Cripta, il Battistero, la “Porta del Cielo” (visita ai Tetti del Duomo) l’Oratorio di San Bernardino, gli Orti del Costone, il Museo dell’Opera Metropolitana, il Complesso museale Santa Maria della Scala e il Panorama dal Facciatone. Con un biglietto alla inclusive da 20 euro potete visitare tutti questi luoghi.

duomo di siena facciatone
Il Facciatone del Duomo di Siena (Miguel Hermoso Cuesta, CC BY-SA 4.0, Wikicommons)

Il Facciatone è un’alta parete che nell’intenzione dei senesi avrebbe dovuto costituire la facciata della nuova Cattedrale, che avrebbe dovuto inglobare quella già esistente, trasformandola in transetto. Un progetto grandioso che avrebbe realizzato una delle più grandi chiese d’Italia. La Cattedrale preesistente, quella che è arrivata fino ai giorni nostri, ha una superficie di 1.300 metri quadri. Possiamo solo immaginare cosa sarebbe diventata se il progetto per il Duomo Nuovo, avviato nel 1339, non fosse stato interrotto dalla famigerata peste nera, che nel 1348 avrebbe flagellato tutta Europa. Le difficoltà di realizzazione dell’ambizioso progetto fecero il resto e i lavori furono abbandonati.

Oggi di questa costruzione, adiacente al Duomo, restano l’imponente parete di quella che avrebbe dovuto essere la facciata della nuova Cattedrale, il Facciatone, appunto, la navata destra a cinque campate, di cui due aperte e tre chiuse che ospitano il Museo dell’Opera del Duomo. Mentre sul lato sinistro, dove si vedono tre arcate con finestroni, è stato costruito il Palazzo Reale di Siena.

duomo di siena facciatone
La città di Siena vista dal Facciatone (José Luiz Bernardes Ribeiro, CC BY-SA 4.0, Wikicommons)

Ora, dall’8 maggio fino all’8 settembre 2019, il Facciatone sarà aperto alle visite del pubblico, che potrà salire alla terrazza-camminamento sulla sommità del muro, tutti i giorni dalle 10.00 alle 19.00. Inoltre, solo su prenotazione, sarà possibile in via straordinaria, la vista alle 8.00 di mattina. Tutti i giorni, fino all’8 settembre, i visitatori che saliranno sul Facciatone potranno ammirare il panorama di Siena con l’accompagnamento delle spiegazioni e dei racconti di guide multilingua.

Un’occasione davvero speciale per contemplare da un punto di osservazione privilegiato il Duomo di Siena in tutto il suo splendore, insieme al panorama straordinario della città, con le sue torri, i campanili, i palazzi storci perfettamente conservati, le mura integre e le pittoresche colline senesi circostanti, fino a spaziare con la vista al Monte Amiata.

Informazioni per la visita al complesso monumentale del Duomo di Siena: operaduomo.siena.it

A cura di Valeria Bellagamba