Home Destinazioni e Guide turistiche Amsterdam, cosa vedere: la guida ai musei

Amsterdam, cosa vedere: la guida ai musei

CONDIVIDI

guida di amsterdam

Guida ai musei di Amsterdam: cosa vedere e cosa fare. Quali sono i musei da visitare

Tra i pittoreschi canali e le vie del divertimento più sfrenato si trovano ad Amsterdam anche musei da non perdere. La capitale dell’Olanda è infatti una città dalle mille sfaccettature che non mancherà di stupirvi. Gallerie d’arte, negozi di design, centri sperimentali: Amsterdam è all’avanguardia sul piano artistico -culturale e vi stupirà con i suoi musei. Dal Medioevo a Van Gogh, ogni genere di pittura trova spazio nelle ricche collezioni della capitale olandese, vera e propria città dai mille volti in cui la cultura ha sempre un posto d’onore.

Leggi anche -> Le 10 cose gratis da fare ad Amsterdam

E se visitate l’Olanda in primavera non potete perdervi quello che è un museo a cielo aperto, ovvero i parchi floreali. Il più grande parco di tulipani del mondo, il Keukenhof si trova a 35 km da Amsterdam è aperto solo due mesi l’anno (fra marzo e maggio) ed è un tripudio di colori e profumi.

Musei di Amsterdam da vedere: la guida

musei di amsterdam

Amsterdam offre una variopinta scelta riguardo ai musei. Ce n’è davvero per tutti i gusti da quelli più curioso dedicato ai gatti a quello trasgressivo sulla prostituzione. E poi i musei dedicati ai grandi artisti: da Van Gogh a Rembrandt. Abbiamo selezionato per voi i musei di Amsterdam da vedere e da non perdere nel vostro viaggio in Olanda.

Leggi anche -> La guida completa ad Amsterdam: cosa fare e cosa vedere

Il primo naturalmente è il più grande museo d’Olanda, il Rijksmuseum, struttura che supera il milione di visitatori l’anno: passeggiare per queste sale equivale a ripercorrere l’intera storia dell’arte del Paese, un viaggio da compiere ogni giorno tra le 9.00 e le 18.00 in Jan Luijkenstraat 1.

A seguire naturalmente c’è il Van Gogh Museum, un luogo dove celebrare il più famoso pittore locale: 200 dipinti e 550 tra disegni e acquerelli, oltre ad oggetti privati che ripercorrono la travagliata vita dell’artista, sono visionabili in questa struttura presso Paulus Potterstraat 7 dalle ore 10.00 alle 18.00.

Rimanendo in tema di grandi pittori una puntata alla casa di Rambrandt è irrinunciabile: non un vero e proprio museo ma più che altro un luogo dove conoscere meglio questo straordinario artista; sue acqueforti, quadri di colleghi che lo ispirarono e ovviamente tanti oggetti da lui posseduti. Tutto questo ad un costo di 10 ero, 8 per il ridotto, con ingresso dalle 10.00 alle 17.00.

Un’altro imperdibile appartamento è la casa di Anna Frank, luogo dove rivivere memorie in parte dolorose che sono però patrimonio comune dell’umanità. Come spiega lo stesso sito internet “la Casa di Anne Frank si trova nel cuore di Amsterdam, all’indirizzo Prinsengracht 263-267 Dalla stazione centrale il museo è raggiungibile a piedi in 20 minuti. In prossimità della Casa di Anne Frank, alla fermata “Westermarkt” si fermano i tram delle linee 13, 14 e 17 e gli autobus urbani n. 170, 172 e 174″. Il costo del biglietto è 9 euro, dimezzato poi per il ridotto, e con ingresso dalle 9.00 alle 19.00 in inverno e dalle 9.00 alle 21.00 in estate.

Il più grande e futuristico museo di Scienza e Tecnologia d’Olanda parla invece anche un po’ taliano: Nemo, la gigante struttura a forma di nave, è stata infatti progettata da Renzo Piano e si presta soprattutto a chi viaggia con i bambini, che qui potranno non solo imparare ma anche divertirsi. L’apertura è ogni giorno dalle 10 alle 17.

Per chi invece volesse qualche cosa di davvero speciale c’è il Katten Kabinet, museo dedicato ai felini in Herengracht 497: due piani in cui il ruolo dei gatti in tutte le epoche viene ripercorso attraverso quadri e altro.

Per gli amanti della trasgressione c’è il Museo della Prostituzione, il Reds Lights Secret, che si trova – ovviamente – nel quartiere a Luci Rosse. L’intento del museo è quello di mostrare al visitatore la vita dietro le vetrine delle prostitute. Per chi se la sente c’è anche la possibilità di mettersi in vetrina e provare quel brivido della prostituzione.

In fine vi sono i derivati olandesi del famoso Hermitage e Madame Tussaud. Il primo ospita due collezioni permanenti: una dedicata alle opere d’arte e ai monili degli zar di Russia; la seconda dedicata alla storia dell’edificio che ospita il museo. il secondo, il Madame Tussaud di Amsterdam, come il gemello londinese ospita statue di cera di personaggi storici o celebri.

Molti altri sono naturalmente i musei qui visitabili e, per chi non vuole rinunciare proprio a nulla, è possibile girare a più non posto a costo zero: un’ottima idea è infatti quella di acquistare l’I Amsterdam city Card, la chiave d’accesso per tutta la città: mezzi pubblici, sconti per le principali attrazioni, tour per i canali e, ovviamente, ingressi gratuiti alla maggior parte dei musei; un’occasione da non perdere al costo rispettivamente di 82, 97 e 96 euro per 48, 72 e 96 ore. Una carta dunque su misura per qualsiasi viaggiatore.

Scarica gratis la guida in pdf ai musei di Amsterdam con gli indirizzi e gli orari

Scarica l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!
✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore ✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore