CONDIVIDI

Il 25 aprile “sia giornata di unione e pacificazione”, a sottolinearlo è stato stamattina il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, in Sicilia.

(screenshot video)

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini è oggi in Sicilia in occasione delle celebrazioni del 25 aprile. Il vicepremier, nei giorni scorsi, ha annunciato che non avrebbe partecipato alle celebrazioni ufficiali e non avrebbe sfilato in cortei. Dalla Sicilia, però, manda un messaggio deciso: “Il 25 aprile sia giornata di unione e pacificazione”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il 25 aprile in Sicilia di Matteo Salvini

Il vicepremier ha postato la sua diretta da Corleone, scrivendo: “La mia mattinata a Corleone (Palermo), onorando chi ogni giorno combatte in prima linea per la liberazione da tutte le mafie. State con me”. Poi un altro post: “Ora a Corleone (Palermo), per inaugurare il nuovo Commissariato di Polizia. Viva le nostre Forze dell’Ordine, presidio di legalità nella lotta quotidiana per la liberazione da mafia, camorra e ‘ndrangheta, in tutta Italia”.

Sempre oggi, Salvini ha denunciato sui social nuove minacce nei suoi confronti, in particolare uno striscione apparso a Genova con la scritta: “Salvini attento, fischia ancora il vento”. La mancata partecipazione del ministro dell’Interno alle celebrazioni ufficiali per il 25 aprile è stata oggetto di polemica politica anche all’interno della stessa maggioranza di governo.

SALVINI INAUGURA NUOVO COMMISSARIATO A CORLEONE (PALERMO, 25.04.19)

La mia mattinata a Corleone (Palermo), onorando chi ogni giorno combatte in prima linea per la liberazione da tutte le mafie. State con me.

Pubblicato da Matteo Salvini su Giovedì 25 aprile 2019