CONDIVIDI
fognini lajovic finale montecarlo
Photo by Clive Brunskill/Getty Images

Fognini vince Montecarlo, il trionfo del tennista ligure nonostante un infortunio nel secondo set.  

Il primo set Fognini lo domina e lo vince per 6-3. Il secondo set, contrassegnato da un infortunio muscolare del ligure, va sul 5-3 e riceve per il match. Fognini va a due punti dalla vittoria ma Lajovic tiene il servizio. Sul 5-4 va a servire per il match. Fognini si procura tre match point e sfrutta il secondo per concludere 6-3 6-4. Una vera impresa di Fognini che vince per la prima volta un Masters 1000 in carriera.

Fognini e la vittoria contro Nadal

Il tennista italiano, numero 18 della classifica Atp, ha sconfitto in semifinale il favorito assoluto (e numero due del ranking) per la vittoria del Master 1000 di Montecarlo, Rafael Nadal. Non a caso chiamato il ‘padrone di casa’ per le innumerevoli vittorie conquistate sulla terra battuta del Principato. Contro questo Fognini, però, anche il fuoriclasse spagnolo ha dovuto abdicare. Il tennista di Sanremo sta giocando un tennis straordinario, mantenendo una regolarità a lui spesso sconosciuta e piazzando colpi che stanno mandando in visibilio i suoi tifosi. Il match contro Nadal si è chiuso con un incredibile 6-4 6-2, che sarebbe potuto essere un clamoroso 6-0 quando sul 5-0 il Fogna si è trovato al sesto game sul 40-0. La reazione d’orgoglio dello spagnolo ha solo prolungato di qualche minuto l’attesa per una vittoria epica. Adesso, però, è tempo di completare l’opera.

Per essere aggiornato su tutte le notizie: CLICCA QUI!

Chi è Fabio Fognini

Tra i maggiori esponenti del tennis italiano c’è Fabio Fognini. Nato il 24 maggio 1987 a Sanremo, l’atleta è cresciuto nella vicina Imperia frequentando il locale circolo della racchetta. Qui si fa conoscere già da giovanissimo per via dei suoi buoni colpi ed anche del temperamento e dell’istinto particolarmente grintosi. Una caratteristica che ancora oggi fanno a volte parlare di lui. Fognini, nonostante non molte soddisfazioni, riesce a ritagliarsi un certo spazio riuscendo ad ottenere la sua prima finale in un torneo Challenger nel 2007. Da allora vive a Barcellona, e l’anno prima agli Internazionali d’Italia riuscì a battere l’allora numero 68 del mondo, Novak Djokovic, uno destinato a fare grandi cose assieme ad altri mostri sacri come Roger Federer e Rafa Nadal. Fabio invece era passato dalla posizione 722 della classifica ATP alla 305