CONDIVIDI

Sospese due maestre ad IserniaMaestra avvelena il cibo dei bambini per vendetta verso una collega. Strage sfiorata in Cina. 

Lontanissimo dall’immaginario collettivo il gesto che una maestra ha compiuto in Cina, in un asilo di Mengmeng della città di Jiaozuo,  ai danni dei suoi piccoli alunni che hanno avvertito i sintomi subito dopo aver mangiato una minestra a scuola. La donna, per vendetta verso una sua collega, avrebbe infatti avvelenato con del nitrito il pranzo dei bambini con l’intento atroce di commettere una strage. Scena dell’insano gesto, un asilo nido in Cina vissuto da 23 bambini sotto quella che sarebbe dovuta essere la direzione e le norme educative della maestra Wang. Ma la donna covava in se un atroce senso di vendetta nei confronti di una sua collega tanto da portarla a compiere un gesto omicida verso delle piccole creature.

Maestra avvelena alunni. Strage sfiorata

Poteva divenire una vera e propria strage quella che sta lasciando senza parole la provincia di Henan, la Cina e non solo. La maestra che ha tentato di avvelenare i suoi 23 piccoli alunni soltanto per vendicarsi di una collega è una di quelle notizie che non vorremmo mai leggere, né scrivere. Delle 23 vittime, 8 ancora in ospedale mentre per gli altri sono arrivate le dimissioni dopo le cure opportune.  La motivazione del folle gesto era di far ricadere sulla collega la colpa dell’avvelenamento dei piccoli, ma le indagini della polizia hanno fatto chiarezza sulla vicenda e la Wang è stata arrestata con l’accusa di tentato omicidio. La donna avrebbe, infatti, unito al cibo dei bimbi del nitrito, agente cancerogeno utilizzato nei fertilizzanti, nella conservazione degli alimenti e persino nelle munizioni ed esplosivi.

LEGGI ANCHE—>Torino, asilo choc: bimbi lasciati al freddo per farli ammalare, arrestate le maestre