CONDIVIDI

Il marchio Roberto Cavalli sarebbe a rischio in quanto sommerso dai debiti: lavoratori preoccupati per una possibile chiusura dell’azienda.

Roberto Cavalli ancora al centro delle polemiche, ma stavolta i suoi attacchi pubblici a Belen Rodriguez via social c’entrano ben poco. A quanto pare, il noto stilista ha chiuso tutti i suoi negozi negli Stati Uniti tra cui sette store gestiti direttamente e quattro outlet. Il risultato? Quasi 100 dipendenti sono rimasti per ora senza lavoro e anche l’e-commerce sarebbe inattivo. Lo rende noto Business of Fashion.

Si tratterebbe di una scelta che fa parte di un piano di ristrutturazione aziendale da parte del brand di Roberto Cavalli, ma la preoccupazione è grande anche perché sembra che nel 2018 il debito del gruppo ammontasse all’equivalente di circa 16 milioni di euro. Intanto, in Italia il CdA del gruppo ha deciso di presentare al Tribunale di Milano la domanda di accesso al concordato preventivo. La preoccupazione dei lavoratori nel nostro Paese riguarda in particolare Sesto Fiorentino, dove ieri si è tenuta una manifestazione sindacale. I posti di lavoro a rischio nel nostro Paese sarebbero 270.