CONDIVIDI

feto di plastica congresso famiglie veronaNelle ultime ore circolano foto e notizie su un feto di plastica che verrebbe distribuito come ‘gadget’ al Congresso mondiale delle famiglie a Verona.

Sta facendo discutere il caso del presunto ‘gadget’ che sarebbe stato distribuito durante il Congresso mondiale delle famiglie, in programma a Verona fino a domenica 31 marzo. Si tratta della riproduzione di un feto di plastica di 11 mesi, a cui viene simbolicamente dato il nome di Michele. E verrebbe distribuito insieme a un cartoncino su cui appare la scritta “L’aborto ferma un cuore che batte”. Hai tra le mani la riproduzione di un bambino alla decima settimana di gravidanza – si legge nel biglietto allegato -. Gli abbiamo dato un nome, Michele: per la legge italiana sull’aborto si può terminare la vita del bambino entro la 13esima settimana di gestazione ma anche oltre. Quindi Michele può essere ucciso. Michele rappresenta tutti i piccoli nel grembo materno che non possono ancora far sentire la loro voce, aiutaci a salvare Michele!”.

Per essere aggiornato su tutte le notizie: CLICCA QUI!

Congresso mondiale delle famiglie, spunta un feto di plastica come gadget

Secondo gli organizzatori del Congresso mondiale delle famiglie, la pioggia di critiche che è arrivata dopo che sono iniziate a circolare notizie e immagini sarebbe del tutto fuori luogo. “Tanto rumore per nulla – hanno ribattuto gli organizzatori – Non esiste alcun gadget del Congresso di Verona. La riproduzione di un feto di 11 settimane è un residuo della vecchia campagna che ha reso famosa l’associazione ‘Pro vita’ e che comprese anche l’affissione del manifesto grande quanto la facciata di un palazzo. Fu creata per aprire un dibattito sulla vita. E sulla vita ci concentriamo”. Ma chi è l’associazione ‘Pro vita’? Sul suo sito si presenta come “onlus che opera in difesa dei bambini, della vita, dal concepimento alla morte naturale, che sostiene la famiglia fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna e che difende il diritto dei genitori a educare i propri figli”.

Leggi anche -> Congresso Mondiale delle Famiglie, cos’è e quando avverrà: presente anche Salvini

L’intervento della Boldrini: “E’ un’operazione mostruosa”, ma gli organizzatori si difendono

Il Congresso di Verona, nelle ultime settimane, è stato ‘usato’ come terreno da battaglia per lo scontro politico sempre più aspro tra le diverse fazioni del governo. Era quasi ‘atteso’, infatti, l’intervento di Laura Boldrini (ex presidente della Camera e attuale deputata di Liberi e Uguali) sulla questione del feto di plastica: “”È semplicemente mostruoso fare un’operazione di questo genere. Se l’obiettivo è quello di suscitare sdegno collettivo nei confronti delle donne che sono costrette a interrompere la loro gravidanza sappiano, questi signori, che a vergognarsi dovrebbero essere loro”, riporta Repubblica.

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore