Home Curiosità L’isola di Manhattan verrà “allungata” per proteggerla dalle inondazioni

L’isola di Manhattan verrà “allungata” per proteggerla dalle inondazioni

CONDIVIDI
new-york-id599766748
New York City (iStock)

Manhattan rischia di essere sommersa dalle onde: l’idea del Sindaco per proteggere New York.
I cambiamenti climatici stanno modificando tutto il mondo attorno a noi e l’isola di Manhattan potrebbe essere sommersa dal mare in poche centinaia di anni. Ultimamente il mondo sembra rendersi conto delle problematiche legate al clima e anche l’opinione pubblica si sta mobilitando con delle manifestazioni contro l’uso della plastica e per chiedere alle grandi multinazionali di cambiare il loro stile di vita, per così, dire. Anche se dall’oggi al domani tutti smettessero di inquinare, in ogni caso però i danni del passato si abbatterebbero su di noi e, probabilmente, l’isola di Manhattan potrebbe essere sommersa dal mare.

Leggi anche: Com’ è cambiata Manhattan dal 1600? Lo mostra una mappa interattiva

Come proteggere New York dalle inondazioni

È così che il sindaco De Blasio ha pensato di proteggere la parte meridionale dell’isola con una serie di blocchi di cemento più alti del livello della costa, creando una sorta di barriera contro le inondazioni, Come proteggere New York dal riscaldamento globale? Sembra essere questa la domanda più importante del momento e potrebbe essere questa la soluzione assolutamente non convenzionale e particolare al fine di evitare che si ripetono dei disastri come quelli dell’uragano Sandy. Il piano di De Blasio prevede l’estensione della Lower Manhattan di due isolati più alti rispetto al solito, realizzati con sabbia e calcestruzzo. Questa appendice di 150 m pare che riuscirà a proteggere dalle inondazioni New York visto che il livello del mare potrebbe innalzarsi anche di circa 2 metri entro il 2100.

Bill De Blasio cerca finanziatori per proteggere NY dalle inondazioni

Il sindaco sta cercando dei finanziatori per questa sua iniziativa che costerebbe 10 miliardi di dollari, da sommare ai 500 milioni che servono per innalzare tutte le barriere che proteggono dalle onde del mare che già esistono attorno alla costa. L’infrastruttura sembrerebbe essere una questione di sicurezza nazionale quindi il sindaco di New York è sicuro che i finanziamenti dovrebbero arrivare dai fondi federali. Tuttavia servirebbe anche l’aiuto di finanziatori privati: la speranza è quella che questa idea non diventi semplicemente una speculazione edilizia, ma che si trasformi veramente un progetto green realizzato con fonti di energia pulita e serva a dare il via dalle iniziative economiche ed ecologicamente sostenibili.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI