CONDIVIDI
sciopero clima 15 marzo
(Photo credit AXEL HEIMKEN/AFP/Getty Images)

Fridays for future: sciopero in tutto il mondo il 15 marzo 2019 per il clima

Una lunghissima marcia che percorrerà oltre 1000 città nel mondo, che coinvolgerà milioni di giovani e studenti, per chiedere tutti insieme un intervento serio e coordinato per salvare la nostra Terra. Venerdì 15 marzo il movimento Fridays for Future scende in piazza per la manifestazione mondiale ‘Climate Strike for Future’, lo sciopero per il clima indetto da movimenti studenteschi che si ispirano alla 16enne svedese Greta Thunbergh e alla sua perseveranza.

Lo sciopero per il clima chiede ai governi di attuare politiche verdi e adeguate per contenere il riscaldamento globale sotto i due gradi celsius, temperatura ritenuta auspicabile dagli Accordi di Parigi sul Clima. Gli esperti parlano di appena 11 anni di tempo per poter cambiare rotta, dopo di ché il nostro clima sarà compromesso in maniera inevitabile.

Non abbiamo un altro Pianeta a disposizione e non abbiamo più tempo per rimandare. E’ tempo infatti di scendere in piazza e chiedere a gran voce un intervento dei governi, pretendere una netta inversione di rotta prima che sia troppo tardi. Il cambiamento climatico è un problema serio, sottovalutato dai rappresentati politici, anzi a volte perfino derubricato a ‘falso problema’, ma fortunatamente molto sentito dai più giovani. Studiosi ed esperti di tutto il mondo ci dicono che il nostro Pianeta sta morendo. Stiamo uccidendo la Terra. Siamo però ancora in tempo per salvarla, ma dobbiamo fare in fretta, molto in fretta.

Lo Sciopero Fridays for Future in Italia il 15 marzo 2019

Nelle ultime settimane gli scioperi del venerdì degli studenti per chiedere provvedimenti politici per l’ambiente sono diventati sempre più frequenti in tutto il mondo, oltre 80 i Paesi coinvolti dall’Iran all’Australia. L’esempio di Greta Thunbergh che ogni venerdì ha protestato davanti il Parlamento svedese di Stoccolma per chiedere azioni concrete del suo Paese per il clima hanno ispirato il movimento Fridays for Future. La partecipazioni poi di Greta alla Conferenza sul clima di Katowice e poi al forum di Davos hanno alimentato il movimento che è ora diventato enorme. L’appena sedicenne Greta contro i grandi del mondo è riuscita a far smuovere i giovani di tutto il Pianeta.

Lo sciopero di venerdì 15 marzo per il clima si svolgerà in contemporanea in 90 Paesi e in oltre 1000 città in tutto il mondo. Manifestazioni e marce si svolgeranno anche in Italia in 109 piazze del nostro Paese. A Roma, Milano e Torino i cortei più importanti, ma sono quasi 100 gli appuntamenti previsti da Nord a Sud. In piazza scenderanno studenti e professori, ma anche tutti coloro che vogliono soffiare sul collo dei governanti per chiedere azioni e politiche concrete adesso prima che sia troppo tardi.