CONDIVIDI
pescara aggressione piervincenzi
In manette gli aggressori del giornalista Rai Piervincenzi a Pescara (websource/archivio)

Qualche giorno fa il giornalista Rai ha subito una tremenda aggressione a Pescara. Le autorità hanno scovato i responsabili, ponendo fine ai loro traffici.

È di qualche giorno fa l’aggressione ai danni di una troupe di Rai2 avvenuta nel degradato quartiere Rancitelli di Pescara. Protagonista delle botte subite era stato tra gli altri anche il giornalista Daniele Piervincenzi, che già si beccò una testata da Roberto Spada, poi condannato a 6 anni con l’aggravante del metodo mafioso. Le forze dell’ordine, a pochi giorni dall’accaduto, hanno arrestato due persone: si tratta di Domenico Ciarelli e Carmine Bevilacqua, due rom ritenuti responsabili di questa vile aggressione. Per i due sono scattate le manette dopo un blitz delle autorità, che li ha sorpresi mentre si sbarazzavano di droga dalla finestra, nascosta in un calzino ed in un pannolino. I militari hanno sequestrato diversi grammi di eroina e cocaina, oltre che di anfetamine. Per entrambi, che già si trovavano ai domiciliari, è scattata la carcerazione immediata dopo un processo per direttissima.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Pescara, gli aggressori di Piervincenzi avevano parecchia droga

Ma l’operazione delle autorità ha portato alla fine al sequestro anche di altra droga, per un quantitativo superiore ai 700 grammi, oltre anche a delle munizioni. Le autorità provinciali e cittadine hanno disposto in un apposito incontro l’aumentare della presenza della polizia municipale, che prenderà nota anche degli alloggi occupati in maniera abusiva. In alcune zone, come ad esempio nelle palazzine che sono situate all’angolo di via Passo della Portella, si denuncia una situazione di irregolarità superiore al 50%. Le denunce dei cittadini onesti che abitano negli immobili occupati illecitamente o degli appartamenti che spetterebbero a loro sono sempre state numerose. Qualche giorno fa c’è stata anche una protesta in strada per chiedere che venga fatta giustizia e che sia presto ristabilita la legalità, contro abusivi che spacciano droga, compiono reati di vario genere e si impossessano di abitazioni senza avere alcun titolo per farlo, allo scopo di fittarle per trarne illeciti guadagni.