Home News Venezuela: Donald Trump riconosce capo opposizione come presidente

Venezuela: Donald Trump riconosce capo opposizione come presidente

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:49
CONDIVIDI

Venezuela: Donald Trump riconosce il capo opposizione e presidente del Parlamento, Juan Guaidò, come presidente del Paese.

Juan Guaidò (FEDERICO PARRA/AFP/Getty Images)

Il presidente del Parlamento venezuelano,il leader dell’opposizione Juan Guaidò, si è proclamato “Presidente ad interim” del Paese. Queste le sue parole nel corso di una manifestazione: “Giuro di assumere formalmente i poteri nazionali dell’esecutivo come presidente ad interim del Venezuela fino alla fine dell’usurpazione, la creazione di un governo di transizione e lo svolgimento di libere elezioni”. Il presidente americano Donald Trump ha già riconosciuto il nuovo presidente, oppositore di Nicolas Maduro.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Le dichiarazioni di Trump sul Venezuela. Chi è Juan Guaidò.

“Nel suo ruolo di unico ramo legittimo del governo debitamente eletto dal popolo venezuelano, l’Assemblea nazionale ha invocato la costituzione del paese per dichiarare Nicolas Maduro illegittimo e l’ufficio di presidenza quindi vacante”, ha detto Trump in una dichiarazione che ha già fatto il giro del mondo. Il presidente Usa ha aggiunto: “Il popolo del Venezuela ha parlato coraggiosamente contro Maduro e il suo regime e ha chiesto libertà e stato di diritto”.

Guaidò, nel corso della sua dichiarazione, ha invocato un emendamento costituzionale che consente al capo della legislatura di guidare un governo provvisorio fino a quando non si possano tenere nuove elezioni. Da quando ha preso il timone della legislatura il 5 gennaio, Guaidò ha fatto pressioni sui militari e la comunità internazionale a riconoscerlo come legittimo capo dello stato. Secondo quanto scrive Bloomberg, “gli Stati Uniti hanno costantemente esteso le sanzioni economiche e le denunce di Maduro da quando Trump è entrato in carica, quasi a sollecitare i venezuelani a rovesciare il loro governo”. Il sito economico sottolinea come “gli investitori ritengono che il cambio di regime potrebbe introdurre piani per aggiustare l’economia e ristrutturare il debito”. Si attende ora la mossa di Nicolas Maduro alle affermazioni sia di Guaidò che del presidente Trump. Da quando Hugo Chavez è morto, nel 2013, la situazione nel Paese è instabile.