CONDIVIDI
Aerial view of volcano Etna

Sicilia, terremoto Etna: Capodanno 2019 a rischio, tantissime le disdette di prenotazioni dei turisti.
Capodanno a rischio in Sicilia. Federalberghi ha infatti dichiarato che ci sono state numerose disdette di pernottamenti a Capodanno. La colpa è del terremoto di magnitudo 4.8 che a Santo Stefano ha colpito la Sicilia e i comuni dell’Etna e del catanese.

Leggi anche –> Terremoto Etna, post choc: Nel menù di Capodanno siciliani arrosto

Terremoto Etna, Federalberghi: “Un disastro”

L’impatto seconda Federalberghi è stato molto alto sui turisti e sulle prenotazioni alberghiere di cui oltre la metà sono state disdette. Nico Torrisi presidente di Federalberghi Sicilia ha infatti manifestato particolare preoccupazione per questa situazione parlando di un vero e proprio disastro per le festività di Capodanno.

L’Etna, il vulcano che con la sua eruzione ha scatenato appunto questo terremoto è un’attrattiva mondiale. Ma quando ci sono queste situazioni di allarme i turisti scappano. La gente viene spesso in Sicilia proprio per visitare l’Etna e magari vedere anche le piccole eruzioni. Ma la notizia del terremoto e il grande clamore mediatico suscitato ha fatto sì che moltissime persone e viaggiatori che avevano deciso di soggiornare qui a Capodanno 2019 abbiano deciso di cancellare la loro prenotazione. Dal tutto esaurito, sempre secondo quanto dichiarato Torrisi, si teme che ci sarà vuoto negli hotel.

Se volete essere sempre aggiornati su quello che succede nel mondo e i viaggi più belli del 2019 CLICCATE QUI.

Capodanno 2019 di crisi per la Sicilia

Un Capodanno di forte crisi per tutti i siciliani. Le aree più colpite continua Torrisi sono quelle che sono comprese nella zona delle dell’Etna. Hanno subito dei danni, ma oltre a questi danni fisici c’è anche il danno morale per dover sospendere le loro attività. Quindi il presidente Nico Torrisi ha voluto dichiarare la propria solidarietà tutte le aziende che stanno subendo dei danni. Inoltre ha sottolineato come ci sia bisogno di sollecitare le istituzioni al fine di conoscere tutte le azioni da intraprendere per andare a mitigare in qualche modo il danno causato dal terremoto in un periodo così importante come quello delle festività natalizie di Capodanno.