CONDIVIDI
4 ristoranti di alessandro borghese
4 Ristoranti Alessandro Borghese (Instagram)

Il programma 4 Ristoranti di Alessandro Borghese torna a Capodanno. La prima puntata della nuova edizione in onda su Sky il 1° gennaio 2019.

Non prendete impegni per la sera di Capodanno: torna una nuova edizione del popolare programma tv condotto da Alessandro Borghese: 4 ristoranti. Grandi sorprese per la nuova edizione.

4 Ristoranti di Alessandro Borghese a Capodanno

C’è grande attesa per la nuova edizione del programma “Alessandro Borghese 4 Ristoranti”, con la prima puntata che andrà in onda proprio nel giorno di Capodanno, il 1° gennaio, in prima serata (ore 21.15) su Sky Uno (canale 108), sul digitale terrestre canale 311 o 11 oppure su Sky on demand. Solo per gli abbonati Sky, ma successivamente in replica sulle altre reti in chiaro dell’emittente: Cielo e TV8.

Si tratta della quinta stagione del fortunato programma, che dal 2015, anno della prima edizione, ha visto crescere gli ascolti e gli apprezzamenti del pubblico. La formula è sempre la stessa: quattro ristoratori di una specifica area geografica e di una determinata categoria si sfidano tra loro sul locale, il menù, il servizio e il conto. Ognuno mangerà nel ristorante degli altri, esprimendo alla fine il suo voto per ognuna delle quattro voci oggetto di valutazione. La somma dei voti decreterà il vincitore, ma il giudizio finale di Alessandro Borghese potrà ribaltare il risultato.

Per molti spettatori è l’occasione, curiosa e divertente, per conoscere nuovi ristoranti e decidere magari di fermarsi a mangiare in quelli più interessanti se dovesse capitare nelle zone dei locali protagonisti del programma, oppure, perché no, organizzare un viaggio apposito.

La nuova stagione di “Alessandro Borghese 4 Ristoranti” andrà in onda dal 1° gennaio 2019 tutti i martedì per sette puntate.

Si partirà da Milano, con quattro ristoranti di diverse culture culinarie che vanno dalla Cina alla Russia, da Cuba all’Eritrea, che proporranno il loro menù per il cenone di Capodanno. Una puntata multietnica, a Milano, perché – ha spiegato Borghese all’Ansa – è una città multietnica anche dal punto di vista imprenditoriale, dove i quattro ristoranti scelti sfoderano culture gastronomiche opposte ma interessanti. La formula non è cambiata i ristoranti si contenderanno la vittoria riproducendo i piatti tipici del primo giorno dell’anno secondo le tradizioni del paese di appartenenza. Il vincitore giudicato dagli altri concorrenti si aggiudicherà un contributo economico di 5mila euro di premio ma avrà un ritorno d’immagine notevole”.

Le puntate seguenti si svolgeranno sul Delta del Po, tra capesante e anguille, in Sardegna, a Cagliari e nel centro dell’isola, nelle vecchie fiaschetterie dei Castelli romani, poi nel Ponente ligure, sulla Riviera dei Fiori, e a infine Cremona.

I ristoranti della prima puntata girata a Milano. Monkey in the city, di cui è titolare Pedro Fiol, cubano nato a Santiago De Cuba e trasferitosi a Milano da giovane. A Capodanno da Monkey si brinda con spumante, rhum o cidra (spumante dolciastro) sulle note della musica latina. Veranda è gestito da Lilia, nata in Russia ma trapiantata a Milano. Per il cenone è previsto un menù di antipasti tipici con pasticcio di aringa, bliny con caviale rosso, salmone e panna acida, aspic (gelatina) di carne e aringa, anatra ripiena, involtini di cavolo e ravioli siberiani. L’ingrediente imprescindibile è il caviale rosso. Maoji Street food di Angela è un ristorante di cucina cinese, dove a Capodanno non mancano piatti tipici come pesce, ravioli, riso. Brindisi con grappa e signore in kimono rosso che a mezzanotte fanno volare le lanterne rosse esprimendo i loro desideri. Adulis Restaurant, il titolare è Isayas, etiope, ma la sua cucina è eritrea. A Capodanno tutti in abiti nei colori tipici eritrei. Tra musica e danze, in cucina domina l’agnello da mangiare con l’injera sorseggiando vini sudafricani. A mezzanotte si stappa lo spumante eritreo.

Il programma si svolge in questo modo: quattro ristoratori della stessa zona di appartenenza si sfidano per stabilire chi tra di loro è il migliore in una determinata categoria. Ogni ristoratore invita a cena gli altri tre che, accompagnati dallo chef Borghese, commentano e votano con un punteggio da 0 a 10 location, menu, servizio e conto del ristorante che li ospita. In palio per il vincitore di ciascuna puntata, c’è il titolo di miglior ristorante e un contributo economico da investire nella propria attività.

Ogni cena è preceduta dalla scrupolosa ispezione dello chef Borghese della cucina del ristorante, ispezione che nel corso della cena si concentrerà sul personale di sala, messo alla prova su accoglienza, servizio al tavolo, descrizione del piatto e del vino. Solo alla fine si scopre il giudizio di chef Borghese che con i suoi voti può confermare o ribaltare l’intera classifica che incorona il migliore ristorante della puntata. Inoltre, Borghese ha a disposizione un bonus di 5 punti che gli permette di giudicare un elemento in più e che rende la sfida ancora più imprevedibile.

Tutti i ristoranti che partecipano al programma sono identificabili attraverso un “bollino” 4 RISTORANTI esposto all’esterno, una rete di locali testati da chi se ne intende: i ristoratori stessi. Alessandro Borghese 4 Ristoranti è una produzione originale Sky realizzata da DRYMEDIA. Scritto da Alessandro Borghese, Francesca Capua, Monia Palazzo. La regia è di Gianni Monfredini.

Nella edizione precedente il programma ha avuto un ascolto medio in sette giorni di circa 1.500.000 spettatori, con una crescita del 39% rispetto alla precedente. Il format con Alessandro Borghese conduttore e giudice è diventato un programma cult.

Ulteriori informazioni sul sito web di Sky dedicato al programma.