Home Meteo Meteo, il 2019 inizia con il gelo: neve per la Befana

Meteo, il 2019 inizia con il gelo: neve per la Befana

CONDIVIDI

neve natale 2018

Previsioni meteo per la Befana 2019 e inizio gennaio: arriva il freddo e la neve

Gli esperti del meteo avevano avvertito che il vero inverno sarebbe arrivato solo a gennaio 2019. E’ vero che a Dicembre 2018 ci sono stati giorni gelidi e nevicate a bassissima quota, ma in un clima generale tutto sommato tiepido. L’Alta Pressione infatti fatica ad abbandonarci del tutto e continua anche in questi ultimi giorni a far sentire la sua presenza. Ma il tempo sta per cambiare nettamente e le temperature stanno per crollare.

L’Alta Pressione che finora ci ha protetto e almeno a buona parte del Paese ha regalato un Natale soleggiato e non troppo rigido è pronta a muoversi verso Nord. Questo movimento innescherà in un effetto domino la discesa di aria gelida di origine artica verso l’Italia.

Leggi anche -> Previsioni meteo inverno 2018/19: ecco quando farà più freddo

Meteo Capodanno e Befana 2019: inizio gennaio con il freddo

Il cambio di rotta del tempo lo dovremmo già avere sul finire del 2018. Infatti proprio per l’ultimo dell’anno dovrebbero arrivare sull’Italia delle correnti gelide che porterebbero a un generale raffreddamento (qui il dettaglio delle previsioni meteo per la notte di Capodanno). Il 2019 inizierà così con temperature molto fredde, ma senza precipitazioni, anzi con un cielo soleggiato su tutta la Penisola che mitigherà un po’ l’aria e garantirà un po’ di sollievo. Dopo il 4 gennaio arriverà però un ulteriore peggioramento: non solo scenderanno ancora le temperature, ma arriverà anche la neve.

Stando ai meteorologi ciò dovrebbe avvenire per il giorno della Befana. Intorno infatti al 6 gennaio si rafforzerà la discesa di aria fredda, l’anticiclone si allontanerà e arriva un vortice ciclonico che porterà nevicate anche in pianura. La colonnina di mercurio scenderà sotto lo zero dapprima al Nord, poi al centro e in buona parte del Sud. Precipitazioni nevose interesseranno maggiormente il Centro Sud, dapprima le regioni del basso adriatico poi in estensione anche sulle regioni tirreniche. La neve cadrà a quote molto basse e anche in pianura.