Genova, cede il manto stradale e l’Aurelia sprofonda

(Websource / archivio)

L’Aurelia è stata chiusa, tra Voltri e Arenzano, a seguito del cedimento di parte del manto stradale. 

Nuova emergenza a Genova. Un’ampia voragine si è aperta nell’asfalto verso le 14, all’altezza del civico 18 di via Rubens. La strada è stata immediatamente chiusa in entrambi i sensi di marcia e sul posto soni giunte Polizia Locale e Guardia Costiera per le verifiche e gli interventi del caso. A determinare l’evento è stato sicuramente anche il maltempo, lo stesso che ha causato un cedimento analogo ieri a Roma. “Ci vorranno, se va tutto bene, 10 o 15 giorni di chiusura dell’Aurelia tra Voltri e Arenzano, per ripristinare la strada dopo la voragine che si è aperta oggi”, ha dichiarato il presidente del Municipio Ponente Claudio Chiarotti.

Le criticità erano a quante pare già state segnalate dai residenti. Ora i tecnici sono al lavoro per risolvere il problema il prima possibile. Il ponente viene dunque tagliato ancora una volta in due, visto anche che nel frattempo, in autostrada, si sono create code e rallentamenti per un incidente verificatosi sull’A26 all’interno della galleria Manfreida: un tir che trasportava resina si è ribaltato occupando l’intera carreggiata e disperdendo parte del carico di gasolio che si è quindi riversato sull’asfalto.

A seguito di tale incidente è stato chiuso (e poi riaperto) il tratto compreso tra l’allacciamento con la A10 in direzione di Gravellona Toce. Il traffico in prossimità del punto di collisione scorre su una sola corsia, e si registrano 2 km di coda tra il bivio con la A10 Genova-Savona e Masone verso Gravellona. Lo stesso incidente ha provocato ripercussioni sulla A10 Genova-Savona con 2 km di coda tra Genova Pegli e il bivio con la A26 verso Ventimiglia e 7 km tra Varazze e il bivio con la A26.

EDS

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News