Meteo, allerta maltempo: regioni a rischio e previsioni

Le previsioni meteo per fine ottobre inizio novembre. Quando finirà l’allerta maltempo in Italia

Gli esperti del meteo avevano previsto che gli ultimi giorni di ottobre sarebbero stati vessati dal maltempo. E purtroppo le previsioni sono state azzeccate. Infatti la Bassa Pressione che staziona sul Tirreno sostenuta da una perturbazione atlantica ha messo gran parte d’Italia in ginocchio e spaventato il resto dello Stivale.

Leggi anche -> Allerta meteo, scuole chiuse in molte città

Lunedì 29 ottobre è stata infatti non solo una giornata difficile per l’intenso maltempo, ma è stata una giornata drammatica in quanto si sono registrate diverse vittime per la caduta di alberi sulla strada. Da Nord a Sud innumerevoli allagamenti, strade impraticabili, fiumi gonfi sul punto di esondare e poi a spaventare e a peggiorare il tutto un vento fortissimo, in alcuni casi fino a 120 km/h, che ha causato moltissimi danni.

La situazione resta critica in molte regioni. Il Veneto ha dichiarato lo stato di emergenza e preoccupano la condizione di diversi fiumi: l’Adige a Verona potrebbe straripare; piazza San Marco a Venezia è stata evacuata per l’acqua alta. La Protezione Civile per la giornata di martedì 30 ottobre ha reso noto che l’allerta rossa, ossia il massimo grado di criticità idrogeologica, persiste ancora in Abruzzo, Liguria, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige. Allerta arancione su parte della Lombardia, della Liguria e del Veneto e sui settori appenninici dell’Emilia Romagna. Al Centro allerta arancione su tutta la Toscana, il Lazio e l’Umbria. Al Sud su Campania, Molise, su parte della Puglia e sulla Sicilia ionica. Allerta gialla sulle altre zone d’Italia ad esclusione del versante orientale della Sardegna.

Per questione di sicurezza si invita a non muoversi se non strettamente necessario soprattutto in Friuli Venezia Giulia, Veneto, Liguria, Abruzzo, Trentino Alto Adige e Lazio.

Previsioni meteo, fino a quando l’allerta maltempo

L’allerta meteo diramata dalla Protezione Civile sui rischi idrogeologici dovrebbe terminare nella giornata del 30 ottobre. Già nel pomeriggio ci sarà un miglioramento delle condizioni meteo e in serata le piogge dovrebbero cessare pressoché ovunque. Mercoledì 31 sarà una giornata di tregua su gran parte della Penisola, ad eccezione del nord Ovest dove insisteranno le piogge. Ma questa settimana ci sarà davvero poco scampo dal maltempo: giovedì 1 novembre infatti una nuova perturbazione interesserà il nostro Paese riportando piogge intense con rischio nubifragi su Friuli Venezia Giulia, Lazio e Campania. Il Ponte di Ognissanti sarà così minacciato da una forte instabilità anche se dovrebbero esserci ampi spazi di sereno soprattutto fra sabato 3 e domenica 4 novembre.

Per quanto riguarda le temperature nella giornata di martedì 30 ottobre ci sarà un netto calo con massime che a stento toccheranno i 15 gradi al Nord, poco di più al Centro e al Sud. Da mercoledì i valori termici si rialzeranno portandosi su valori più in linea con il periodo.

Continua a leggere le nostre notizie di attualità, meteo e viaggi: seguici su Google News!

Previous articlePrevisioni meteo Roma 30 ottobre: allarme tempesta, scuole chiuse
Next articleSpread oggi martedì 30 ottobre 2018, andamento in tempo reale
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.