Home low cost Ryanair sbarca a Reggio Calabria: nuove occasioni di volare low cost

Ryanair sbarca a Reggio Calabria: nuove occasioni di volare low cost

CONDIVIDI

rayanair a reggio calabria

Ryanair sbarca a Reggio Calabria: nuove occasioni di volare low cost. La compagnia low cost irlandese alla conquista degli aeroporti calabresi.

Una nuova opportunità per i calabresi e per chi vuole raggiungere la Calabria in aereo: ad aprile 2019 la compagnia low cost irlandese Ryanair sbarcherà all’aeroporto di Reggio Calabria, con due rotte, un internazionale e una nazionale. Non solo, aumenterà anche i collegamenti per gli scali di Crotone e Lamezia Terme, aeroporti già serviti dalla compagnia aerea.

Vi ricordiamo anche le nuove offerte imperdibili lanciate dalla compagnia low cost irlandese: Nuovi sconti Ryanair: i voli in offerta da 9,99 euro.

Ryanair a Reggio Calabria: nuovi voli low cost

Dopo gli aeroporti di Lamezia Terme e Crotone, Ryanair arriva anche a Reggio Calabria, conquistando il terzo aeroporto della regione e aprendo nuove opportunità per volare low cost da e verso la Calabria. Soprattutto un’occasione importante per il turismo nel capoluogo calabrese e nei suoi dintorni, visto che i nuovi voli low cost agevoleranno gli arrivi di nuovi visitatori, sia dall’Italia che dall’estero, alla scoperta delle bellezze del territorio.

Per dare l’annuncio dello sbarco di Ryanair a Reggio Calabria, si è tenuta una conferenza stampa a Lamezia con i vertici della compagnia irlandese:David O’Brien, Chief Commercial Office Ryanair, John Alborante, Sales & Marketing manager Italia e Niall O’Connor, Director Route Development. Conferenza a cui hanno partecipato anche i dirigenti di Sacal, società di gestione degli aeroporti calabresi: il presidente Sacal Arturo De Felice, Piervittorio Farabbi, Direttore Generale Sacal, Tiziana Ferragina, Aviation Marketing & Corporate Communication Manager Sacal.

Ryanair ha annunciato l’apertura due rotte all’aeroporto di Reggio Calabria a partire dal 1° aprile 2019: una rotta nazionale e una internazionale. Non si conoscono ancora, tuttavia, le destinazioni delle nuove tratte, poiché sono ancora da definire alcuni aspetti relativi alla pista di atterraggio e agli strumenti che dovranno affiancare i piloti data la particolare morfologia del territorio.

L’apertura di nuove rotte Ryanair all’aeroporto di Reggio Calabria non è tuttavia l’unica novità. La compagnia low cost irlandese ha comunicato anche l’incremento dei collegamenti da e per gli aeroporti di Lamezia Terme e Crotone. Le nuova rotte sui due scali verranno attivate per la stagione estiva 2019.

Da Crotone partiranno tre nuovi collegamenti estivi per:

  • Milano Bergamo (tutti i giorni),
  • Bologna (tre voli a settimana),
  • Norimberga (due voli a settimana).

Da Lamezia Terme sono previste invece undici nuove rotte estive per:

  • Baden-Baden (due voli a settimana),
  • Bologna (undici voli a settimana),
  • Bruxelles Charleroi (due voli a settimana),
  • Francoforte Hahn (due voli a settimana),
  • Cracovia (due voli a settimana),
  • Londra Stansted (quattro voli a settimana),
  • Malta (due voli a settimana),
  • Milano Bergamo (tre voli al giorno),
  • Milano Malpensa (due voli al giorno),
  • Pisa (tutti i giorni),
  • Treviso (tutti i giorni).

L’arrivo di Ryanair a Reggio Calabria è stato commentato con soddisfazione dal presidente di Sacal Arturo De Felice: “è qualcosa che ci riempie di orgoglio e che non avremmo fino a poco tempo fa nemmeno potuto immaginare e che ci permetterà di raccogliere anche una fetta di passeggeri da Messina“.

Tutti contenti, quindi, in attesa di conoscere le due destinazioni, una in Italia e l’altra per l’estero, dei voli Ryanair in partenza dall’aeroporto di Reggio Calabria.

L’introduzione di nuovi collegamenti fa parte di un piano di espansione già lanciato nei mesi scorsi dalla compagnia low cost irlandese e che porterà ad un deciso incremento di nuove rotte in partenza dall’Italia, ampliando la presenza di Ryanair nel nostro Paese.

Ricordiamo, infine, che dal 1° novembre 2018 entrano in vigore le nuove regole sul bagaglio a mano, con l’obbligo di pagare un supplemento per portare a bordo il trolley piccolo, il cui imbarco finora è stato gratuito. Una novità che non è piaciuta a molti passeggeri né alle associazioni dei consumatori e che ha portato l’Antitrust italiano ad avviare una procedura contro Ryanair.

A cura di Valeria Bellagamba

Leggete tutte le nostre notizie su Google News