CONDIVIDI
pollo arrosto
Pollo arrosto (iStock)

Un piatto semplice ma goloso, amato da molti italiani, è il pollo arrosto, di cui oggi, 2 ottobre si celebra la giornata dedicata. Viene consumato soprattutto alla domenica, quando le famiglie sono riunite per il pranzo tradizionale. Non è un caso che il pollo arrosto venga celebrato il 2 ottobre, giorno della Festa dei Nonni. La preparazione di questo piatto gustoso, infatti, è la specialità di tanti nonne, con ricette spesso tramandate di generazione in generazione.

Pollo Arrosto Day: la festa golosa

Dorato e con la pelle croccante, con la carne morbida e succulenta, profumato e saporito, cosparso di erbe aromatiche e accompagnato da patate arrosto, nella ricetta tradizionale, oppure funghi o olive. Tanti sono i modi golosi in cui preparare il pollo arrosto, oggi festeggiato in una giornata tutta dedicata: il Pollo Arrosto Day. Lanciata con l’hashtag #polloarrostoday.

La festa del pollo arrosto è stata ideata dal blog W il pollo, dedicato agli appassionati dei piatti a base di questo volatile, blog aperto dall’associazione Unaitalia, del settore avicolo italiano, che ha anche creato l’hashtag #polloarrostoday.

Sul blog W il pollo si potrà partecipare in diretta dalle 12.00 alle 14.00 di martedì 2 ottobre alla discussione sul pollo arrosto a cui parteciperanno blogger, food influencer, chef e giornalisti gastronomici che diranno la loro sul piatto, condividendo ricette e preparazioni personali e originali del pollo arrosto. L’evento sarà anche in diretta Twitter. Un’occasione da non perdere nella pausa pranzo, per imparare a cucinare alla perfezione questa golosa pietanza, scoprire trucchi e segreti e, perché no, anche ricette originali e impensabili. Un’occasione anche per riscoprire un piatto tradizionale della cucina italiana, forse un po’ trascurato negli ultimi anni in una società italiana che va sempre più di corsa e spesso cede alla tentazione dei cibi pronti, più facili da portare in tavola.

Eppure è bello la domenica riunirsi tutti insieme a tavola a mangiare i piatti della tradizione: l’antipasto all’italiana, con salumi, sottaceto e sottoli, la pasta fresca, fatta in casa o comprata dal pastaio di fiducia, semplice o ripiena, gli arrosti come seconda portata, dei quali è re il pollo arrosto, e infine, dulcis in fundo, le paste dolci, acquistate nella pasticceria preferita, di tanti sapori e consistenze, anche questa una tradizione per molti irrinunciabile.

Celebriamo allora il pollo arrosto, amato dal 36% degli italiani, soprattutto per il pranzo della domenica o dei giorni di festa. Con l’autunno e l’arrivo del freddo, consumare questo piatto caldo, saporito e fragrante è un toccasana per il gusto e lo spirito.

Il pollo arrosto non basta consumarlo, va preparato e cucinato con amore e dedizione perché possa offrire il massimo del gusto. Va letteralmente “coccolato“, secondo gli esperti, bagnato di continuo con i condimenti e succhi di cottura, per evitare che si asciughi troppo e si indurisca. Oltre alle patate, può essere accompagnato da altri vegetali, sempre rigorosamente arrosto.

Vi è venuta l’acquolina in bocca? Anche a noi! Non mancate l’appuntamento sul blog W il pollo e le altre iniziative dedicate nelle vostre città.

Per informazioni sul #polloarrostoday: www.vivailpollo.it

Leggete tutte le nostre notizie su Google News