CONDIVIDI
cosa-vedere-grottaglie-ceramiche-murales-paolo-carriera
iStock

Grottaglie, Taranto: la città delle ceramiche e dei murales emozionanti di Paolo Carriere

C’è chi sostiene che i murales siano semplicemente atti vandalici, chi invece, ammirando opere d’arte come quelle di Banksy o Keith Haring o di altri writer famosi nel mondo, si rendono conto che queste forme d’arte sono bellissime, Ecco allora che Paolo Carriere, artista di strada e writer ha iniziato a colorare a dare nuova vita ai muri di Grottaglie a Taranto.

Cosa vedere a Grottaglie: i murales di Paolo Carriere

Lo abbiamo conosciuto perché aveva ritratto il volto di Cristiano Ronaldo, sempre nella zona, ma ora Paolo Carriere ha deciso di dare nuova vita ai muri di questa località di Taranto, Grottaglie, grazie ai cartoni animati più famosi della TV. L’anno scorso aveva dipinto Flinstone, Pinocchio, Lupin, Eros di Pollon mentre quest’estate, invece, sui muri delle Grottaglie sono apparsi L’Uomo Tigre, i Puffi, Gigi la trottola, Hello Spank e Candy Candy.

La città di Grottaglie di Taranto è già una meta meravigliosa, famosa per le sue ceramiche, ma ora, grazie alle opere di Paolo Carriere, c’è ancora qualcosa di nuovo da vedere. Lo scopo è quello di stupire tutti i visitatori e meravigliare tutti colore che si trovano qui.

Cosa vedere e cosa fare a Grottaglie

Grottaglie si trova in Provincia di Taranto in Puglia e se siete qui in vacanza, oltre a vedere queste ceramiche artistiche, è bene anche fare un giro per la città scoprendola e oltre a vedere i murales di Paolo Carriere sappiate che ci sono diversi monumenti interessanti.

Potrete visitare sicuramente il Castello Episcopio realizzato alla fine del tredicesimo secolo. La Gravina del Fullonese che è una Gravina alla base del Monte Fellone lunga quasi un chilometro e profonda 40 metri, punteggiata da tantissime grotte incavate nella roccia risalenti al 200. Questa è una zona ricca di vegetazione, alberi e piante tipiche della macchia mediterranea. Potrete passeggiare e trovare diverse piante di timo, querce e ulivi. Il quartiere delle ceramiche è poi senza dubbio quello più affascinante di Grottaglie e il centro di produzione più famoso si trova proprio qui. Infatti, lungo la Gravina di San Giorgio, c’è proprio un quartiere abitato solo da esperti ceramisti che hanno dato vita ai loro laboratori e forni di cottura proprio nella roccia in tutti quegli ambienti che un tempo erano usati come frantoi. Oggi invece vengono riconosciuti in tutto il mondo per la produzione di queste ceramiche.

Leggete tutte le nostre notizie su Google News

S.Marvaldi