CONDIVIDI
trovata morta
(foto Polizia di Stato)

Giallo a Roma, in San Basilio: anziana donna trovata morta in casa, fermato il figlio che nega tutto e spiega che è stata una disgrazia.

Un dramma si è consumato oggi a Roma, in un’abitazione di San Basilio: una donna di 83 anni, Giuseppina Bini, è stata trovata morta in un appartamento al terzo piano di via Diego Fabbri. La donna era già morta quanto la polizia l’ha rinvenuta con un’unica ferita alla testa. L’allarme è stato lanciato dai vicini di casa, quindi le forze dell’ordine hanno bloccato il figlio dell’anziana, un ragazzo di 43 anni con problemi psichiatrici. L’uomo, che è ora in Commissariato, è in cura presso il centro di igiene mentale della zone.

Leggi anche –> Lodi, donna trovata morta nella sua piscina: mistero sulle cause

Giallo a San Basilio: cosa è accaduto

Da quanto si apprende, la donna per parecchio tempo non era stata notata dai vicini di casa, che si sono così preoccupati e hanno lanciato l’allarme. Prima di chiamare le forze dell’ordine, i vicini di casa hanno anche bussato alla porta di casa della donna, senza però ottenere risposta alcuna. Questo ha contribuito ad aumentare la loro preoccupazione. Ora spetterà alla Polizia Scientifica provvedere ai rilievi di rito nella casa della signora.

Su quanto accaduto indaga la squadra mobile insieme al commissariato di San Basilio. Nella giornata di lunedì, invece, verrà effettuata l’autopsia. Da quanto si apprende, il figlio della donna avrebbe negato di essere l’assassino, dando una propria versione dei fatti: “Erano da poco passate le due quando è caduta dal letto. L’ho aiutata a rimettersi a dormire e poi mi sono addormentato anche io”. Si tratta di una versione da verificare, ma che sarebbe compatibile con quell’unica ferita alla testa.

Leggi tutte le nostre notizie su Google News