CONDIVIDI
marco mangelli
Marco Mangelli sul palco con Enrico Ruggeri (Twitter)

Roberto Vecchioni ed Enrico Ruggeri, un drammatico annuncio: “Arrivederci amico mio”, morto il bassista Marco Mangelli, 53 anni.

“Il tuo basso sarà sempre in scena Marco, con me e con tutti gli altri. Arrivederci amico mio di musica e di sogni. Abbassiamo solo un po’ le luci per non disturbarti, ma non le spegneremo mai”, con queste parole Roberto Vecchioni ha ricordato l’amico bassista Marco Mangelli, milanese d’adozione, prematuramente scomparso a soli 53 anni. Formatosi al Cpm Institute di Milano con Ares Tavolazzi, Mangelli ha collaborato tra gli altri con Biagio Antonacci, Gianni Morandi, Umberto Tozzi, Enrico Ruggeri, Massimo Ranieri e Cristiano De André. A livello internazionale, ha suonato con artisti come Gloria Gaynor e Aida Cooper.

Leggi anche –> Lutto nella musica italiana: morto il cantautore Claudio Lolli

Il ricordo commosso di Marco Mangelli

L’ultimo saluto a Lambrate e Roberto Vecchioni non ha voluto mancare, sottolineando: “E’ stato il bassista più importante, perché suonava per sé stesso, ma non in senso egoistico: il bassista è il centro della band, il cantante guarda il bassista”. Gli fa eco via Twitter Enrico Ruggeri: “Grande umanità, musicista fantastico, un bel periodo passato assieme. Ovunque tu sia andato ti giungano un ringraziamento, un rimpianto, una preghiera”. Ma sono davvero tanti i messaggi che arrivano dal mondo della musica e non solo.

Straziante quello postato su Facebook da un’amica e collega del musicista, considerato tra i migliori turnisti d’Italia: “Amico dolcissimo, pezzo di cuore, tassello fondamentale della mia esistenza, in tutti i sensi. La tua anima bella ha lasciato il tuo corpo dolorante. Spero di ritrovarti in un’altra vita, in condizioni di sorte più favorevole. E intanto ti porto per sempre nel cuore”.

Leggete le nostre notizie su Google News