CONDIVIDI
ragazza morta
Forze dell’ordine impegnate nel caso del ritrovamento di una ragazza morta (Websource)

Una ragazza morta alle porte de L’Aquila. La vittima aveva 31 anni e sul suo corpo è stata ritrovata una lesione inferta con un’arma da taglio.

È mistero a L’Aquila per il ritrovamento di una ragazza morta, il cui corpo si trovava in un lago di sangue in una abitazione facente parte del gruppo di case popolari di Arischia. Si tratta di una frazione situata alle porte del capoluogo dell’Abruzzo. A segnalare la presenza del cadavere è stato il fratello della donna, il quale ha allertato subito le forze dell’ordine. Il posto è stato posto sotto sequestro da Polizia e Carabinieri, per consentire loro di effettuare i rilievi del caso ed aprire una indagine in merito. Si attendono comunque ulteriori dettagli in merito a questo giallo.

Ragazza morta, l’omicidio è la spiegazione più probabile

Per ora la pista principale sembra essere quella dell’omicidio. Infatti ad avvalorare questa tesi c’è la presenza di una ferita profonda inferta con una arma da taglio. Nello specifico è stato interdetto l’accesso all’ingresso della palazzina in questione. Proprio qualche mese fa il complesso dove c’è stato il ritrovamento della ragazza morta era stato interessato da un principio di incendio. Ed era stato necessario far evacuare alcuni dei residenti. Un altro caso che sta facendo discutere è quello di Manuela Bailo. Si tratta della donna bresciana scomparsa all’improvviso e per la cui sparizione il suo amante ha confessato l’omicidio. È stato lui ad ucciderla e ad occultarne il corpo.