CONDIVIDI
(Websource)

Un turista italiano si avvicina all’opera di Anish Kapoor esposta in Portogallo credendo fosse un’illusione ottica ma si trattava di un buco nero profondo 2,5 metri: ricoverato.

Un 59enne, turista italiano in Portogallo, ha riportato diverse contusioni ed è ricoverato in ospedale per essere, letteralmente, caduto in un’opera d’arte. Il curioso turista si è avvicinato troppo all’opera “Discesa al limbo” di Anish Kapoor pensando che il profondo buco che vedeva a terra fosse, in realtà, solo frutto di un’illusione ottica. Elemento ricorrente nella storia dell’arte il 59enne aveva buone possibilità di stupire i turisti attorno a sè dimostrando la falsità della percezione data dall’opera ma, invece, è rimasto coinvolto in un incidente.

Leggi anche —> Morto Vincino, fumettista controcorrente: la sua satira contro i potenti

In Portogallo un turista italiano si è avvicinato all’opera di Kapoor ed è caduto in un buco nero

Il Museo Serralves di Oporto, in Portogallo, ha accolto l’opera dell’artista inglese Anish Kapoor chiamata “Discesa al limbo” che ha, effettivamente, riscosso molto stupore nei suoi visitatori. L’opera è costituita, esattamente come è possibile notare nella foto pubblicata, da un buco nero il quale è profondo 2,5 metri. Ciò che sconvolge dell’opera artistica è proprio il fatto che appaia a limite fra il reale e l’illusorio, esattamente come paradossale appare la mancanza di transenne o di segnalazioni chiare riguardo la sicurezza, nonostante il museo abbia preso alcune misure in merito. Il turista italiano di 59 anni che era in visita in Portogallo, infatti, non ha creduto che l’opera fosse davvero reale e si è avvicinato tanto da scivolare nel buco nero del limbo di Kapoor. Nello stupore dei presenti, che hanno visto l’uomo scomparire nell’opera, inghiottito da quel buco nero, sono stati allertati i soccorsi che hanno subito disposto un trasferimento in ospedale per la vittima dell’incidente. Il turista curioso è ricoverato all’Ospedale San Antonio ed ha riportato solamente contusioni ma il museo ha riferito che, dopo l’episodio, le misure di sicurezza nell’area della “Discesa al limbo” verranno rafforzate.

Marta Colanera