CONDIVIDI
sindrome-rientro-ufficio-sintomi-dopo-vacanze
iStock

Sindrome da rientro dopo le vacanze: sintomi e come superare il ritorno in ufficio.

Purtroppo le vacanze non possono durare per sempre e questa settimana di fine agosto inizia a segnare il rientro in ufficio per moltissimi vacanzieri che hanno trascorso le loro ferie nei luoghi più disparati d’Italia o del mondo e ora si apprestano a tornare a casa. Oltre a una difficoltà nel rientro a casa per colpa del traffico da bollino nero, in questi giorni a complicare la vita dei lavoratori che finiscono le ferie, sbuca anche la sindrome da rientro.

Sintomi sindrome da rientro: quali sono

I sintomi di questa sindrome da rientro sono svariati e colpiscono essenzialmente coloro che, appunto dopo delle vacanze particolarmente piacevoli o divertenti, sono costretti a tornare in ufficio. Ci può essere ad esempio difficoltà di concentrazione, stanchezza, un Senso di confusione, mal di testa, irritabilità e sudorazione eccessiva, tachicardia… insomma è come se il vostro corpo dicesse “No al lavoro”.

Come superare la sindrome da rientro dopo le vacanze estive

Eppure un modo per sopravvivere a questa sindrome da rientro esiste: vediamo quindi alcuni consigli.

  • Come prima cosa dovreste tornare alla routine quotidiana in maniera graduale e quindi, se possibile tornare dalle vacanze un paio di giorni prima per riabituarsi alla vita in città in modo un pochino più soft.
  • Visto che le vacanze sono finite, ma non è detto che non si possono rivivere nuovamente, potreste anche non dimenticare subito ciò che è successo, ma rivivere le vostre vacanze magari tramite le foto e video per tenere viva la sensazione di felicità che avete provato in vacanza.
  • Per quanto riguarda proprio il rientro vero e proprio in ufficio sappiate che è inutile decidere di fare il lunedì tutto il lavoro che non avete fatto nei giorni precedenti. Dovete cercare di avere degli obiettivi raggiungibili e muoversi passo dopo passo, con calma.
  • Un altro modo per combattere poi lo stress da rientro è quello di recuperare i giusti ritmi. In vacanza, si sa, uno si lascia un po’ più andare e magari dorme meno o dorme di più. Invece per rientrare nella routine dovrete dormire non meno di 6 o 7 ore e cercare di andare a letto più o meno sempre alla stessa ora. Allo stesso modo, avere anche dei pasti ad orari  regolari è importante perché, come il sonno, anche la fase del mangiare regolarizza tutto l’organismo.