CONDIVIDI
(Websource/Archivio)

L’ex fidanzato di Manuela Bailo, 35enne scomparsa a Brascia, interrogato dalle Forze dell’Ordine ha rivelato alcuni dettagli importanti per le indagini.

Manuela Bailo, 35enne bresciana scomparsa ormai da 15 giorni, non è stata ancora ritrovata ma sono emersi alcuni elementi dell’intricata vicenda che potrebbero portare a nuovi sviluppi. L’ex fidanzato, con cui Manuela manteneva un rapporto di convivenza nonostante la relazione fra i due si fosse conclusa “da oltre un anno”, è stato dimostrato sia l’ultimo ad averla vista viva prima che scomparisse. I messaggi successivi inviati da Manuela, inoltre, è molto probabile che non siano stati inviati davvero da lei.

Leggi anche —> Manuela, scomparsa nel nulla a Brescia, si indaga sulle ultime chiamate

L’ex fidanzato ha rivelato di averla vista prima della sparizione e l’ultimo sms di Manuela non sembra sia stato inviato da lei

Di Manuela Bailo, 35enne scomparsa a Brescia, si sono perse le tracce, per questo motivo le Forze dell’Ordine stanno ampliando le ricerche prima che le speranze di ritrovarla si affievoliscano ulteriormente. L’ex fidanzato, o amante di Manuela, il quale aveva un rapporto non ben definito con la scomparsa, ha rilasciato alcune dichiarazioni che hanno modificato il corso delle indagini. L’uomo, più grande di circa 10 anni di Manuela, ha definito la relazione come conclusa “da oltre un anno” ma, nonostante questo, non si è di pari passo concretizzata anche la fine della convivenza. Alcuni sms sarebbero stati inviati da Manuela ma l’incoerenza di fondo dei messaggi ha fatto pensare agli inquirenti che non siano stati davvero scritti dalla donna. Assodato che l’ex amante sia stato l’ultima persona a vedere Manuela prima della sua scomparsa l’uomo ha dichiarato: “È vero ci siamo incontrati per un aperitivo con altri colleghi. Ho visto la solita Manu, allegra, serena.” Successivamente, “Ci siamo scritti, ma nessun messaggio particolare. Mi ha ribadito che andava al lago”. 

Leggi anche —> Brescia, Manuela è scomparsa nel nulla dal 28 luglio: appello disperato della madre

Manuela Bailo, però, al lago non è mai arrivata e sarebbe partito un sms dal suo cellulare che avrebbe avvertito il convivente di una visita all’amica Francesca, che la stessa ha smentito sia avvenuta. “Io sono tranquillo, so di non aver fatto nulla e di non c’entrare con questa vicenda, ma allo stesso tempo sono preoccupato per lei.”, ha ribadito l’ex compagno di Manuela. L’inchiesta della Procura di Brescia rimane aperta, quindi, ma ancora contro ignoti.

Marta Colanera