CONDIVIDI
Londra, torna il terrorismo: il Parlamento sotto attacco
(Twitter)

A Londra questa mattina un’auto si è scagliata contro le mura di Westminster, attimi di panico tra i presenti, arrestato l’uomo.

Non sono ancora noti i dettagli di quello che a primo acchito sembra l’ennesimo attentato ai danni della capitale del Regno Unito. A quanto pare un’auto si è prima abbattuta sui passanti, quindi ha concluso la sua corsa contro le mura di Westminster (il parlamento britannico), Londra. Non ci sono ancora dettagli sulla dinamica dell’accaduto, ma secondo quanto condiviso dai media d’oltre manica l’uomo alla guida della macchina sarebbe già stato arrestato, mentre l’incidente (o attacco) avrebbe causato diversi feriti.

La testimonianza di un uomo presente all’accaduto, riportata da ‘Euronews‘, fa capire il terrore provato dai presenti in quel momento: “E’ stato davvero drammatico. Ho visto il fumo uscire dal veicolo, è successo tutto molto in fretta”. Come spiegato al momento non ci sono conferme del fatto che si sia trattato di un atto intenzionale, ma visti i precedenti è logico non escludere l’ipotesi. Un altro uomo ha dichiarato: “Ho visto l’uomo che guidava la macchia e si schiantava contro un paletto, poi ho sentito un boato fragoroso ed ho pensato, è normale: ‘un altro attacco terroristico’, ed ho cominciato a correre”.

Attacco a Londra: la polizia ha chiuso la zona al traffico

Immediatamente dopo l’incidente  automobilistico la polizia britannica ha circondato la zona. Dozzine di agenti in assetto anti sommossa hanno circondato l’area attorno il parlamento armati di fucile ed hanno recintato tutte le zone d’accesso. L’intento della polizia è assicurarsi che non ci siano altri uomini pronti a compiere una strage. I controlli dureranno sicuramente tutta la mattinata, nel frattempo l’uomo arrestato verrà interrogato e se intenzionato a compiere una strage probabilmente confesserà le sue intenzioni. Nelle prossime ore verranno condivisi ulteriori dettagli su quanto accaduto.